A 43 anni si è spento Franco Mancini, eterno numero uno

Si è spento oggi, all’età di 43 anni, Franco Mancini, indimenticato portiere del Foggia di Zemanlandia. E proprio a Zdenek Zeman l’ex numero uno era rimasto fedele, riprendendo l’avventura calcistica come preparatore dei portieri, al Foggia l’anno scorso e al Pescara quest’anno. E’ stato trovato senza vita, nel suo appartamento di via Gobetti, nel centro di Pescara, dalla moglie Chiara. Le cause del decesso sono ancora da stabilire, anche se tutto fa presagire a un infarto.

Una vita dedicata al calcio, quella di Franco. E pensare che solo ieri mattina, Mancini come ogni giorno aveva lavorato al Poggio degli ulivi, il centro sportivo quartier generale della formazione abruzzese, per la seduta di rifinitura in vista della sfida casalinga contro il Bari, una delle sue ex squadre (dal ’97 al 2000).

Nulla lasciava presagire una tragedia simile. Quando la moglie lo ha visto esanime a terra ha immediatamente avvisato il 118, arrivato con due ambulanze, e il medico sociale del Pescara, Ernesto Sabatini, che ha avvertito il tecnico Boemo e tutto lo staff. Per i sanitari, purtroppo, non c’è stato altro da fare che accertare il decesso, avvenuto quasi sicuramente qualche ora prima del ritrovamento (poco prima delle 18). Il primo ad arrivare a casa di Mancini è stato il vice di Zeman, Cangelosi, affranto dalla notizia. La squadra era in ritiro in un vicino albergo, e ha ricevuto la tremenda notizia dal tecnico. I portieri Anania, Ragni e Cattenari erano legatissimi a Mancini. Oggi il Pescara ha giocato con il lutto al braccio.

Vi proponiamo il saluto di Franco Mancini a Montaguto.com lo scorso anno, in occasione del ritiro estivo a Savignano Irpino col Foggia. Ciao, Franco, eterno numero uno. Alla moglie Chiara e a tutta la famiglia, le più sentite condoglianze da parte di Montaguto.com.

» GUARDA IL VIDEO DI MONTAGUTO.COM

2012-03-30 20:48:54

Commenti

comments

Lascia un Commento