A Biccari più tablet alla scuola per la didattica a distanza


D’intesa con la Dirigente Scolastica prof. Lucia Rinaldi (che ringrazio per tutto quello che sta facendo), l’amministrazione comunale di Biccari ha destinato un contributo straordinario per aiutare la Scuola ad arrivare nelle case degli alunni sprovvisti di computer e internet.

Scrive il sindaco Gianfilippo Mignogna:

Ne approfitto per ringraziare anche insegnanti, personale non docente, alunni e genitori. In pochi giorni hanno dovuto ripensare tutto, facendo un lavoro difficile e straordinario.

PS: questo contributo è stato possibile grazie alle donazioni che ci sono pervenute sul conto del Comune dedicato all’emergenza coronavirus. Grazie di cuore! Chi può dia una mano perché abbiamo bisogno di tante cose e non sempre lo Stato arriva o arriva in tempo.

Ci sono tante fratture che si stanno aprendo giorno dopo giorno. Il divario digitale nelle Aree Interne, ad esempio, mette a rischio i diritti fondamentali di tanti cittadini. In molti paesi parlare di “Lezioni a distanza” e di “lavoro da remoto” è quasi un miraggio. Mancano i computer e le connessioni fanno schifo. Eppure oggi sono concetti essenziali per tante attività normali (se non proprio banali) ed anche domani potrebbero rappresentare delle opportunità straordinarie.

A proposito, è notizia di qualche giorno fa: Infratel e Tim stanno accelerano lo sviluppo della banda ultralarga nelle cosiddette “aree bianche”. Biccari risulta in fase di attivazione per maggio.

Speriamo, noi siamo pronti da un pezzo.

Commenti

comments

Lascia un commento