“A CHI APPARTENG?” | 16a puntata della rubrica di Antonio Schiavone alla ricerca delle nostre origini: ecco gli Anzivino

L’amico Antonio Schiavone, autore del libro “Quando in america si parlava montagutese”

Sedicesima puntata della rubrica intitolata “A chi apparteng?”, a firma dello strepitoso Antonio Schiavone. Il quale, “tormentato” dalla domanda “Chi erano i miei antenati?”, si era prodigato in una meravigliosa ricerca sulla famiglia Schiavone. In questa nuova edizione parliamo degli Anzivino. Ovviamente, essendo Antonio un grandissimo ricercatore, questo testo che pubblichiamo è davvero certosino.

Se anche a voi interessa una ricerca sulle vostre origini potete scriverci sui nostri social (Facebook.com/montaguto) oppure all’email redazione@montaguto.com. Buona lettura!

Anzivino è di gran lunga il cognome più frequente in Montaguto con circa 1100 individui registrati tra il 1710 ed il 1910.

É probabile che gli Anzivino siano arrivati in Montaguto da Fragneto L’Abate (BN), in un caso anche Buonalbergo viene indicato come luogo di origine. Nel tempo sono riportate varianti del cognome quali Anzavino, Zivino, Anzevino e Anzovino; non conosco la ragione, ma dopo il 1833 Anzivino fu l’unica forma adottata.

Antonella Angino nel suo libro “Il Catasto Onciario di Montaguto”, riferentesi al 1753, riporta ben 5 nuclei familiari di cittadini residenti e 2 di forestieri residenti.

La prima famiglia Anzivino in Montaguto fu quella di Giovanni Anzivino (1) ed Eleonora Morelli (Mariello?) di Fragneto L’Abate. Nessun discendente è riportato nel Catasto Onciario del 1953.

La seconda coppia ad avere figli in Montaguto fu quella di Giovanni Antonio Anzivino (2) di Fragneto L’Abate e Anna Gagliardi di Ariano. Tale nucleo familiare è censita nel Catasto Onciario del 1753: Giovanni Antonio ha 62 anni, i figli Domenico (25 anni), Antonio (17 anni) e Giovanna (8 anni); non si fa menzione di Anna Gagliardi (deceduta?).

Andrea Anzivino (3) di Fragneto L’Abate ebbe 1 figlio con Nicolina Calabrese. In seconde nozze sposò Arcangela Tozza di Zungoli ed ebbero 8 figli. Anche questo nucleo familiare è presente nel Catasto Onciario. Andrea Anzivino 53 anni, Arcangela Tozza 32 anni, figlie Dianora 16 anni e Nicolina 3 anni.

Alessio Anzivino (4) da Buonalbergo e Teresa Serluca ebbero 6 figli in Montaguto. Al catasto onciario del 1753 il nucleo familiare era composto da Alessio Anzivino di 50 anni, dalla moglie Teresa Serluca di 40 anni, dai figli Crescenzo di 15 anni, Tommaso di 13 anni, Filippo 4 anni e dalla sorella Carmina Anzivino di 48 anni.

La famiglia di Giovanni Anzivino (5) e Cristina Caggiano enumera Giovanni di 30 anni, Cristina Caggiano di 30 anni, e i loro figli Giuseppe, Crescenzo e Anna di 5, 3 e 2 anni, rispettivamente.

Lorenzo Anzivino (6) di 24 anni e la moglie Barbara Schiavone compongono l’ultimo nucleo familiare di cittadini.

I due nuclei di forestieri sono:

Ciriaco Anzivino (7), 40 anni di Fragnitello, e Donata Cocchiarella di 36 anni con i figli Biagio di 16 anni e Mattia di 13 anni.

Giuseppe Anzivino (8), 63 anni di Fragnitello, la moglie Antonia Ursillo di 60 anni ed i loro figli Mattia e Marianna di 16 e 12 anni. Conviventi vi sono il figlio casato Domenico di 30 anni con la moglie Maria Marzocco di 27 anni e l’altro figlio casato Silvestro di 25 anni con moglie Agnese Merola di 20 anni.

Solo per semplificare la trattazione ho assegnato il numero da 1 a 8 alle famiglie seguendo l’ordine con cui sono state elencate precedentemente. Ciò non vuol dire che hanno un capostipite comune in quanto non dispongo di dati sufficienti ad individuare eventuali relazioni fra le varie famiglie. Spero che qualcun altro possa avere o cercare ulteriori elementi per derimere la questione.

In appendice ho riportato persone (e loro discendenti) che non mi è stato possibile attribuire alle famiglie già trattate.

Alcune annotazioni: il codice è la numerazione secondo D’Aboville; le date sono nel formato gg/mm/aaaa; eventi successivi al 1910 non sono disponibili, pertanto il numero di figli delle coppie ancora fertili dopo tale data sicuramente è errato. A volte, la scarsità dei dati disponibili e la differenza dei nomi in vari documenti rendono l’attribuzione di un individuo incerta, in tal caso si segnala come ipotesi.

Come nel caso di altre famiglie trattate precedentemente, questa mia ricostruzione ha valore puramente indicativo e vuole stimolare l’interesse verso chi ci ha preceduto.

» CLICCA E SCARICA – ANZIVINO

» LE ALTRE PUNTATE

Commenti

comments

Lascia un Commento