A GRECI MANCA L’ACQUA E ARRIVA ‘STRISCIA’, DOPO LE DENUNCE DI GIANNI VIGOROSO


Nuovo blitz di Luca Abete, inviato di Striscia la Notizia, in Irpinia. Stavolta l’Abete ‘irpino’ e la troupe del Tg satirico di Mediaset hanno fatto in Alta Irpinia e precisamente a Greci per denunciare – paradossalmente ancora nel 2011 – la mancanza di acqua potabile in paese. La vicenda, in verità già ampiamente trattata dai cronisti locali, in particolar modo dall’amico Gianni Vigoroso, riguarda una cinquantina di famiglie che vivono nelle contrade Mazzincollo, Barracanale, Vigne Vecchie, Fontana Canestre e Fontana Babbola. (CONTINUA ALL’INTERNO)

I residenti qui sono costretti ad acquistare carichi di acqua o ad usufruire dei pozzi e delle fontane. Ma l’annosa problematica riguarda anche la zona a valle di Greci, quella più a carattere industriale, dove proprio a causa della mancanza di acqua potabile alcune aziende, tra cui il locale macello, sono state costretto a chiudere.
Comune e grecesi protestano e sotto accusa è finita la Regione Campania. Esiste una progettazione partita dal 2004 ma si è ancora in attesa dello sblocco dei fondi per la costruzione dell’acquedotto rurale.
“Son cose false o son cose vere, possibile che non ci sia acqua da bere?”, è il messaggio di chiusura del filmato che si si conclude con la classica consegna della pigna da parte di Abete al sindaco di Greci Bartolomeo Zoccano, che ha dichiarato: “Siamo in attesa del decreto di stanziamento dalla Regione per la prima tranche della somma per costruire l’acquedotto rurale che abbraccia 50 famiglie”.

GUARDA IL VIDEO

2011-02-09 18:23:11

0

Commenti

comments

Lascia un commento