A GROTTA MEETING DEI GEOLOGI: SI PARLA ANCHE DELLA FRANA DI MONTAGUTO


Ci sarà anche la frana di Montaguto al quinto meeting promosso dal "Geology et information Group", sezione della Società geologia italiana. Si terrà presso la sede "Irpinia" dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia di Grottaminarda, in contrada Ciavalone, che lo ha promosso per ampliare gli orizzonti della ricerca in occasione del trentennale del terremoto del 23 novembre 1980. Ricco il programma: si comincia con una ricerca del Centro Nazionale Terremoti per po spaziare ai rischi naturali e difesa del territorio. Nella sessione di mercoledì pomeriggio si affronterà anche un tema che riguarda il territorio irpino: "Valutazione preliminare della pericolosità fluviale indotta da variazioni morfologiche del Fiume Calore".

La provincia di Avellino costituirà elemento di studio anche per l’"Analisi geografica degli aspetti socio-economici e demografici delle aree colpite dal terremoto dell’80". Seguirà la sessione su "Analisi geomorfologica e franosità" dove si parlerà dell’utilizzo di apparecchiature per l’individuazione di fenomeni deformativi su aree a rilevanza infrastrutturale strategica, dei dati da telerilevamento nel monitoraggio nei fenomeni franosi in Campania e anche di tecniche di localizzazione di siti idonei allo smaltimento. Altri temi che toccheranno da vicino sono quello su "Geomorfometria e sistemi informativi geografici per la quantificazione degli effetti erosivi nel Bacino dei Fiumi Ufita e Miscano" ed "Evidenze di Evoluzione recente del Fiume Calore tra le confluenze dei fiumi Tammaro e Sabato" nonchè gli studi sui bacini dell’Appennino: Fortore, Miscano, Ufita e torrente Calaggio. Al termine della tre giorni, un gruppo di studiosi farà un’escursione a Montaguto per analizzare il movimento della ormai celebre frana.

2010-06-14 12:13:22

0

Commenti

comments

Lascia un commento