A16, l’Asso-Consum: «I tutor tra Avellino e Baiano sono illegittimi». E vengono accolti i primi ricorsi


L’Asso-Consum, associazione per la difesa dei consumatori riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico, rende noto che il Giudice di Pace di Avellino ha accolto i primi ricorsi proposti nell’interesse di numerosi utenti della strada che tra l’aprile e l’agosto di quest’anno si sono visti recapitare sanzioni anche di considerevoli importi, per il limite di velocità di 80 Km/h imposto nel tratto autostradale dell’A16 tra Baiano ed Avellino.
«Le sentenze – dichiara l’avvocato Adriano Maffeo – hanno confermato l’esistenza di numerose illegittimità nell’istallazione e nell’utilizzo dell’apparecchiatura per la rilevazione degli eccessi di velocità».

«L’Asso-Consum – continua l’avvocato Barbara Buglione – non sottovaluta l’importanza della prevenzione e del controllo delle infrazioni al codice della strada, ma ritiene fondamentale che gli accertamenti siano effettuati nel rispetto della legalità».

«Quella dei tutor autostradali – conclude l’avvocato Francesco Corbo (rappresentate provinciale Asso-Consum) è solo una delle tante iniziative portate avanti dall’associazione che da sempre mette a disposizione di cittadini e consumatori l’esperienza e l’assistenza legale di un team di professionisti selezionati ed altamente qualificati».

Commenti

comments

Lascia un commento