ACCADDE OGGI | Domenica 1 dicembre 2013 il maltempo provocò la piena del Cervaro: tanti i disagi in zona

Domenica 1 dicembre 2013 il maltempo flagellò la Valle del Cervaro, causando un sostanzioso aumento del livello del fiume Cervaro. Quel giorno piovve senza sosta e la nebbia avvolgeva i paesi circostanti. La SS90 delle Puglie si allagò e l’Anas si mise all’opera per ripulirla. A Montaguto, per un’oretta, si verificò anche un blackout intorno alle ore 13.

La situazione più grave si registrò invece a Panni: le autorità raccomandarono infatti di non mettersi in viaggio per nessuna ragione, solo per veri motivi di pronto soccorso. La SS90 era allagata in più punti con tracimazione di fango e detriti. La nostra provinciale che porta allo Scalo fu anche invasa da acqua e fango. Il Cervaro superò i gabbioni laterali e l’Avella invase tutta la piana verso la ferrovia. Alle 14,35 la situazione era davvero grave. Il Comune era aperto come pure l’Ufficio tecnico e quello del sindaco. A tal proposito, anche il primo cittadino si disse molto preoccupato, ed effettuò vari giri di ricognizione per verificare lo stato dei luoghi.

“Al momento sono stati effettuati già piccoli interventi con mezzi comunali – scrisse sulla sua pagina Facebook Pasquale Ciruolo – ed allo stesso tempo sono state allertate le imprese possessori di mezzi meccanici idonei. Si consiglia di non intraprendere nessuna azione personale, tipo pulizia canali o tentativi di arginazione senza aver allertato le autorità competenti, sindaco, amministratori, comune di Panni, stazione dei carabinieri. La situazione non è delle migliori, stiamo attivando tutte le procedure di segnalazione, si consiglia di rimanere in casa”.

Fu anche chiusa la strada che collega Montaguto a Orsara: per tale motivo, le scuole nel comune pugliese vennero chiuse. Chiuse anche a Panni a causa delle continue precipitazioni.

Commenti

comments

Lascia un Commento