ALL’ARIANO FOLK FESTIVAL SI PRANZA CON ROY PACI!


ARIANO IRPINO- “A pranzo con Roy Paci e gli Aretuska” è questa una delle novità, assolutamente inattese che i vulcanici organizzatori dell’Ariano Folk Festival hanno messo in cantiere per la XVI edizione dell’AFF, in programma da domani, mercoledì 17 agosto fino a domenica 21 tra worl music, cinema, poesia, teatro, arte e turismo enogastronomico.

Un’edizione definita “caos” anche per l’imprevedibilità della programmazione di quest’anno, ed il concerto che Roy Paci e la sua band Aretuska terranno domenica 21 agosto alle ore 12.00, con la possibilità anche di trattenersi a pranzo prenotando, ne è l’esempio più eclatante.
Come sempre di tutto prestigio il cast artistico di questa nuova edizione. Si alterneranno sul palco musicisti di fama internazionale, come il siriano Omar Souleyman, (domenica sera) tra i più acclamati del panorama electro-indie-world (mischia vari stili tradizionali arabi con beat dance e sintetizzatori) che si è esibito nei festival più prestigiosi come il Sonar di Barcellona e il Glastonbury Festival. Di recente ha collaborato con Bjork nell’ultimo disco dell’artista islandese, Biophilia.
Ed ancora gli Africa Unite, la più importante reggae band italiana che apriranno domani ( mercoledì 17) insieme ai Forro in The Dark, brasiliani, voluti nei loro concerti dai Gogol Bordello per la l’esplosiva miscela di folk, rock, jazz, country e ballate della loro terra. 
E poi l’orchestra di Boban e Marko Markovic (serbia) tra le più rappresentative formazioni balcaniche, vincitrice di premi in tutta Europa e che ha inoltre contribuito alla colonna sonora di 2 film di Kusturica. I Riva Starr (Stefano Miele), asso del clubbing internazionale, un nome italianissimo (è originario di Napoli ma ora vive a Londra) che sta sfondando all’estero a suon di house music contaminata, uno degli artisti house piu chiacchierati grazie ai numerosissimi download dei suoi dj set, pubblicati online, e grazie a release come “La Conga” per la Southern Fried di FAT BOY SLIM; e tra i tanti live in programma, ricordiamo anche l’esibizione dei francesi Chinese Man, per la prima volta in Italia dopo aver spopolato nei festival europei e l’ammaliante tango negro di Juan Carlos Caceres.
Oltre alle esibizioni live, il festival prevede 8 aree – Spazio Poesia, Corazone, Spazio Yoga, Cinezone, Africamente, Aperitivo, Scacco al Folk, Folkintour – che rappresentano l’intrattenimento giornaliero per il pubblico dell’Ariano durante tutto l’arco delle cinque giornate. Tra queste, il “Folkintour”, l’area dedicata alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio paesaggistico ed enogastronomico del territorio irpino. Il tour è gratuito, su prenotazione (compilando l’apposito form sul sito del festival), e organizzato in collaborazione con Slow Food.

2011-08-16 18:55:23

1

Commenti

comments

Lascia un commento