ANDREANO: “BOSCO, AREA P.I.P. E COMMISSIONE CITTADINA. L’IMPEGNO DEL COMUNE”


Si terrà giovedì 18 giugno il primo consiglio comunale della nuova amministrazione Andreano. Questa mattina abbiamo contattato il neo-sindaco di Montaguto, con cui abbiamo fatto due chiacchiere. E’ stato un modo per parlare del risultato di queste elezioni e di tutto ciò che la nuova giunta ha in mente di realizzare, con il consenso dei cittadini. Andreano è già stato proclamato sindaco dal presidente del seggio, il professor Giulio Bruno, al momento della conta dei voti. Dunque, l’insediamento è già ufficiale. E giovedì prossimo al via il primo incontro ufficiale per la nuova giunta…

“La scelta dei montagutesi è stata quasi unanime, perché se prendiamo il totale effettivo delle persone in grado di votare, siamo andati oltre l’80%. Su 588 votanti, gli effettivi sono 400. Dunque, questo è un messaggio molto positivo”. E’ raggiante, il primo cittadino. “Domenica, nei pressi del comune si respirava aria di festa e serenità. Ed è un’atmosfera che va condivisa, perché la gente voleva stare tranquilla. L’esercizio del voto e della democrazia è un diritto”. E veniamo al programma. Quattro i punti più delicati, di cui parliamo con Andreano. Il primo, è quello che riguarda la commissione propositiva della quale faranno parte semplici cittadini, rappresentanti che sono espressione della maggioranza del Consiglio comunale, componenti delle varie associazioni che operano nel campo lavorativo e sociale, della cultura e del tempo libero. “Quello della Commissione è forse il punto più innovativo del programma – spiega il sindaco –. Credo che occorra far scendere in campo direttamente i cittadini. E li coinvolgeremo soprattutto attraverso le associazioni. La commissione sarà composto da un gruppo di circa 15 persone con le quale, una volta al mese, ci riuniremo per recepire problemi, idee, proposte. Ogni cosa sarà discussa”. Di questo gruppo, spiega il sindaco, potrà fare parte anche un rappresentante del nostro portale, che di volta in volta individueremo.
E veniamo al secondo punto, la costituzione del centro per gli anziani laddove sorge l’ex orfanotrofio di via Iagulli: “Il centro anziani è un nostro vecchio pallino, ma ci sono grossi ostacoli. Questo perché la Regione Campania ha difficoltà coi finanziamenti per la Sanità. Nel caso in cui non riuscissimo a realizzare questo progetto, potremmo sfruttare l’edificio per costruire una farmacia permanente. Sarà importante parlarne coi cittadini”.
Terzo fondamentale aspetto, quello relativo al bosco comunale: “Qualche mese fa è stato presentato un progetto, in via di massima, per portare alcune specie di animali, come daini e cerbiatti, per incrementare la fauna. Bisognerà lavorarci, però la sistemazione del bosco è un progetto che ci sta molto a cuore”. Già: sarà importante sistemare l’intera area, magari con l’aiuto della comunità montana, e vigilare su di essa.
Infine, chiudiamo con la riqualificazione dell’area P.i.p. “E’ un intervento necessario – conclude Giuseppe Andreano –. Qualche tempo fa pensammo a un sistema di illuminazione con i pannelli solari per le abitazioni vicine. Non so se sarà possibile, economicamente, sostenere questa spesa. Di certo, quello dell’illuminazione è un problema da risolvere il prima possibile. Così come quello dell’acqua: lì non passa l’Alto Calore, ma l’acquedotto molisano. Da una parte, è meglio così perché va mai in carenza. L’aspetto negativo è che sono condotti molto vecchi e ancora non danno l’allaccio”.
E poi, ci sarà da monitorare la questione frana. Occorrerà fare “rumore” in Provincia e con le istituzioni, per evitare di restare isolati. Sulla SS90, infatti, la situazione peggiora di giorno in giorno. Dunque, l’Andreano bis è già cominciato. Con qualche polemica, ma con tante speranze. Appuntamento a giovedì 18 per il primo incontro ufficiale con la nuova giunta.

Michele Pilla

2009-06-10 19:58:09

2

Seguici sui social e metti mi piace!

Commenti

comments

Lascia un commento