Andria, scontro tra treni: ci sono 20 morti. L’appello: serve sangue di tipo zero. Ecco i numeri da chiamare


Ci sono venti vittime. E quattro i codice quattro. Abbiamo bisogno di sangue di tipo zero negli ospedali di Andria e Barletta. Un bambino di sette anni non è in pericolo di vita». Lo dichiara Giuseppe Corrado vice presidente della Provincia Bat sul luogo dell’incidente. È un primo bilancio dell’incidente ferroviario sulla Corato-Andria avvenuto poco dopo le 11. Ma la situazione potrebbe aggravarsi perché i vagoni sono ancora da esplorare. La linea, che è stata interrotta, è gestita dalla Ferrotramviaria.

Come aiutare soccorritori e vittime della tragedia sui binari:

Il Servizio Protezione Civile della Provincia di Barletta-Andria-Trani rende noto che presso il Palazzetto dello Sport di Viale Germania ad Andria è allestito un centro di accoglienza per parenti delle vittime ed un centro di informazione per il ricongiungimento familiare dei passeggeri coinvolti nel tragico incidente di questa mattina.

  • Il numero presso cui è possibile contattare i responsabili della struttura è il seguente: 331/1713103. Tutti i mezzi e le unità del Servizio di Protezione Civile della Provincia risultano impiegate sul posto per le attività di soccorso.
  • Per medici ed infermieri a Nord di Bari: mettersi in contatto con polizia locale chiamando allo 0808721014 oppure 0883299267.
  • C’è urgente bisogno di sangue, gruppo sanguigno 0 positivo. Il centro trasfusionale dell’ospedale di Andria sarà aperto anche questo pomeriggio.

numeri_andria

Le testimonianze

«Una scena spaventosa, allucinante, questo è quello che ho visto». Lo racconta un agente di polizia, con la divisa impolverata e i guanti sulle mani impegnato a scavare tra i detriti provocati dall’incidente ferroviario avvenuto tra Corato e Andria, in Puglia. L’uomo è tra i primi giunti sul posto dopo l’impatto e racconta la scena : «Ho visto persone morte, altre che chiedevano aiuto, persone che piangevano. La scena più brutta nella mia vita». Sul posto sono intervenute diverse squadre dei vigili del fuoco provenienti da Bari e Barletta oltre ad agenti della polizia ferroviaria che hanno effettuato i primi rilievi per risalire alle cause dell’incidente. I soccorritori, che sul luogo hanno allestito un ospedale da campo, stanno lavorando per mettere in sicurezza i passeggeri superstiti. Hanno hanno estratto dalle lamiere di uno dei due treni coinvolti nell’incidente un bambino di pochi anni: il piccolo era ancora in vita ed è stato portato via con l’elicottero. «C’è stato — racconta Riccardo Zingaro, comandante dei vigili urbani di Andria — uno scontro frontale su un unico binario, alcune carrozze sono completamente accartocciate e i soccorritori stanno estraendo dalle lamiere le persone, molti sono anche i feriti».

Fonte: Corriere del Mezzogiorno

Commenti

comments

Lascia un commento