Ariano, emergenza idrica senza fine. L’Alto Calore comunica altra sospensione dell’erogazione fino a domattina

 

Il Comune di Ariano Irpino  riceve comunicazione dall’Alto Calore Servizi a mezzo posta elettronica certificata ed invia il seguente comunicato stampa:

L’Alto Calore servizi ha comunicato che, a partire dalle ore 19,00 di oggi giovedì 26 gennaio e fino alle ore  6,00 di domani venerdì 27 gennaio 2017, è sospesa l’erogazione dell’acqua nelle seguenti zone:

R.ne Martiri, Cannelle, S.P. 19, Vallone di Valle, Tranzano, Stratola,  Turco, Turchiciello, Cariello, S.Felice, Cerreto, Gaudiciello, Patierno, Trave, Area Industriale, Ponte Gonnella, Camporeale, Piano del Nuzzo, S. Eleuterio, Macchiacupa, Starza, Falceta, Scalo Ariano, Bosco,Trimonte, Frolice, Cippone, Cippone, Cupamorte, Frascineta, Casavetere, Valleluogo, Montecifo, Mogna, S.P. 414, Ficucelle, Creta,Monticchio, Pisciariello, Brecceto, S. Liberatore, Centovie, Arnola, Acquasalza, S. Maria a Tuoro,Cesine, S.Tommaso,  Cardito, Stillo, Torana, S.Barbara, Bagnara, Serra, Fiumarelle e Scarnecchia.

Inoltre, in breve, nella nota ricevuta, l’Alto Calore fa presente  quanto segue:

facendo seguito a quanto già fatto presente con le note dei giorni scorsi, continua a porre in essere tutto quanto utile e necessario a fronteggiare le criticità di approvvigionamento idrico che, con carattere eccezionale, stanno caratterizzando questi giorni.

Per completezza di informazione si chiarisce che la notevole riduzione delle portate idriche delle fonti di approvvigionamento è ulteriormente aggravata dalla presenza di perdite occulte e dalla rottura dei contatori danneggiati dal gelo, in particolare nelle ore notturne e peraltro ancora non tutti individuati vista la distribuzione territoriale.

Per garantire un adeguato standard di servizio nelle ore diurne è costretta a protrarre gli interventi emergenziali di chiusura notturna, effettuando manovre in rete, con l’intento di accumulare acqua nei serbatoi, in funzione delle diverse dotazioni comunali, dell’orografia territoriale e della distribuzione delle utenze.

Commenti

comments

Lascia un Commento