ARIANO, GLI OPERAI DELLA IRISBUS HANNO OCCUPATO LA SS90


Ariano Irpino – Sono circa 300 gli operai dello stabilimento Irisbus di Valle Ufita, in provincia di Avellino, che da questa mattina hanno bloccato la Statale 90 delle Puglie al km 19,000, nel comune di Ariano Irpino. La manifestazione, che inizialmente si sarebbe dovuta svolgere nello spazio antistante Palazzo Santa Lucia, sede della giunta regionale della Campania a Napoli, si svolge a due giorni dal tavolo ministeriale sulla vertenza Irisbus previsto per mercoledì 3 agosto a Roma. (Foto Lucia Cafazzo – Cittadiariano)

 Da circa un mese i dipendenti della Irisbus sono in agitazione, dopo la decisione manifestata dalla Fiat-Iveco di dismettere lo stabilimento. La strada e’ chiusa al traffico in entrambe le direzioni Foggia e Benevento: il personale Anas ha deviato il traffico sulle strade comunali.
Poco prima delle 9 avevano già varcato l’ingresso della città all’altezza del carcere. Sono attualmente scortati da polizia, carabinieri e personale dell’Anas che stanno cercando di ridurre al minimo i disagi per gli automobilisti e autotrasportatori. Code chilometriche in direzione Foggia. Dietro i manifestanti ci sono tir e mezzi pubblici oltre alle auto. Un primo agosto all’insegna dei disagi  che coincide anche con l’inizio della sperimentazione del nuovo piano traffico nel centro storico di Ariano. Un gesto forte che ha fatto venire in mente in un attimo la protesta di popolo del 2004, quando proprio a cardito in migliaia si riversarono in strada per bloccare i camion dell’immondizia diretti nella discarica di Difesa Grande, chiusa da allora proprio grazie a quella imponente mobilitazione di massa. I manifestanti hanno stazionato in maniera pacifica per circa venti minuti nella rotatoria del Piano di Zona per poi girarsi in direzione Napoli. Una prima mobilitazione sul tricolle che potrebbe ripetersi ad oltranza nei prossimi giorni qualora da Roma non giungessero notizie positive.

– FOTO DI GIANNI VIGOROSO – WWW.CITTADIARIANO.IT –
  
  
  

2011-08-01 14:49:22

2

Commenti

comments

Lascia un commento