Ariano, maxi sequestro di giocattoli pericolosi


Blitz in una rivendita cinese ad Ariano Irpino, sequestrati oltre mille pezzi di vario genere destinati all’infanzia, tutti giocattoli introdotti in Italia attraverso società di esportazioni cinesi realizzati in plastica e gomma. Operazione condotta dalla squadra amministrativa del Commissariato di Polizia di Ariano sotto la direzione del Vice Questore Maria Felicia Salerno.

Si tratta di giocattoli realizzati probabilmente con materiali scadenti, pertanto facilmente frantumabili ed ingeribili, con seri rischi per la salute dei bambini. Materiale detenuto ed esposto alla libera vendita, a cifre irrisorie di pochi euro sugli scaffali dell’esercizio commerciale cinese. Ogni pezzo sequestrato, era privo del marchio ce e delle istruzioni e ad avvertenze sulle modalità di uso e rischi. Ben 70 le violazioni riscontrate per un totale di oltre 200 mila euro.

Denunciati all’autorità giudiziaria la titolare del negozio, un imprenditrice cinese residente in provincia di Potenza e il suo collaboratore. I controlli anche e soprattutto durante il periodo natalizio non cesseranno.

Commenti

comments

Lascia un commento