Ariano, positivo il 5% della popolazione sottoposta ai test


Sono risultate positive al virus (ovvero che hanno sviluppato anticorpi specifici) 673 persone, pari al cinque per cento del campione rilevato: 13444 persone. I dati sono stati ufficializzati dal direttore generale dell’Istituto zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno nel corso di una conferenza stampa nella sala de Sanctis di Palazzo Santa Lucia. Limone ha spiegato come questa di Ariano sia l’unica attività sierologica su vasta scala in Italia e che potrà offrire a tutto il sistema sanitario di vigilanza punti di riferimento per mettere in piedi programmi seri di prevenzione e di intervento nel caso di nuovi focolai.

L’importanza dello screening è data dai tempi, soprattutto. In due giorni sono stati effettuati i prelievi del sangue, in una città divisa in settori. Poi l’analisi e l’associazione dei codici a barre ai nominativi: riscontri, anche questi, effettuati in due giorni e caso per caso, senza l’aiusilio di database.

I dati rilevati, ha spiegato il direttore dell’Izpsm, sono una banca dati divisa per fasce d’età, professione: il che si traduce in una evidenza epidemiologica capace di fotografare dove e con quale forza il virus fa breccia.

Commenti

comments

Lascia un commento