AUTOBUS: LA LETTERA DI SALVATORE, STUDENTE MONTAGUTESE


Sempre a proposito della questione autobus. Riceviamo e pubblichiamo questo messaggio da parte di uno studente di Montaguto, che rappresenta il pensiero di tutti i pendolari che debbono recarsi ogni giorno ad Ariano per studio o lavoro.
"Montaguto, un piccolo paese in provinvia d’Avellino, per secoli isolato dal mondo, per anni isolato anche dai suoi vicini per una famosa frana che ha impedito il transito in direzione del paese… (CONTINUA ALL’INTERNO)
Dopo gli interminabili lavori, il problema frana sembra (apparentemente e momentaneamente) risolto, ma per chi è costretto ad utilizzare il servizio di trasporti irpini Air (vedi studenti, lavoratori e varie) ciò è indifferente, poichè la scadente società non ha messo a disposizione del paese una corsa diretta, continuando a far transitare i propri fatiscenti pullman per Savignano e di conseguenza per la pericolosa contrada "Ciccotonno". Il problema non consiste solo nell’assurdo spreco di tempo, ma nella sovrabbondanza di persone che si crea nei bus per via dell’unione della corsa "Ariano-Savignano" e "Ariano-Montaguto" (da notare che sui cartelli e visualizzatori elettronici la scritta che compare è sepmre quella "Ariano-Montaguto" nonostante non sia vero). Ultimamente il numero di viaggiatori costretti a stare in piedi è aumentato, poichè l’Air invia bus sempre di inferiori capacità. Il sottoscritto ha deciso di chiamare la società di trasporti, ma la risposta che è stata data suona come un’umiliazione: essendo ridotto il numero di viaggiatori che utilizzavano in precedenza il servizio, è stato ritenuto NON NECESSARIO istituire una corsa completa per Montaguto, nonostante anche qui si paghi un abbonamento alquanto costoso. Abuso? Ingiustizia? A voi le dovute conclusioni".
Salvatore, studente di Montaguto

2010-09-23 15:34:00

0

Commenti

comments

Lascia un commento