“Avellino expost” porta il Natale e la tradizione nelle periferie. Domani a Rione Parco Corrado Taranto e la sfida di cucina


Il “Natale” ed “Avellino Expost” arrivano nelle periferie del capoluogo irpino, “illuminando” così tutta la città. Domani, martedì 13 dicembre, a partire dalle 19, tappa a Rione Parco con “Pasta in palio” ed il nipote del grande ed indimenticato Nino Taranto in scena nella Chiesa Madonna della Salette. Corrado Taranto – attore teatrale sin dal 1974, quando debutta con la grande sceneggiata di Nunzio Gallo e Tecla Scarano, continuando poi la sua carriera con altri artisti di grosso calibro – si esibirà ne “La Scampagnata”, rielaborazione dello stesso Corrado Taranto di “La scampagnata de’ tre disperate” di Antonio Petito.

Taranto ha curato anche la regia dello spettacolo che vedrà calcare la scena ad Ottavio Buonomo, Dario De Gregorio e Tony di Sarno. Dopo, toccherà a “La pasta in palio”, con il grano irpino protagonista assoluto, celebrato come “oro” di un’arte pastaia radicata nel tempo e nel lavoro artigianale del territorio. Si tratta di una sfida di cucina fra le sette contrade del Palio della Botte che dovranno proporre primi piatti della tradizione del territorio.

I piatti saranno valutati da una commissione di esperti e gourmet.  Sarà premiato il piatto più buono. A seguire, degustazione dei piatti. Il tutto in attesa del “taglio del nastro” del Villaggio del Gusto di mercoledì 14 dicembre, alle 17. Nello stesso giorno si accenderanno anche le prime luci di Natale: appuntamento per il Corso ed in Piazza Libertà e via via in tutte altre zone previste, ovvero: Corso Europa, viale Italia, via Matteotti, via Guarini, Via Mancini, via Nappi, Corso Umberto fino al Castello, via Circumvallazione, via due Principati, via Piave fino all’ex Corea, strade adiacenti alla Chiesa del Rosario.

Commenti

comments

Lascia un commento