BISACCIA, IL COMUNE METTE IN VENDITA 62 IMMOBILI


di Lucia Cafazzo

Sono 62 gli immobili che il Comune di Bisaccia mette in vendita. Ben 48 quelli acquisiti a patrimonio comunale ex legge 219/81 situati nel centro storico e 14 a Lione Littorio. I primi vanno da cifre che oscillano da un minimo di mille euro ad un massimo di 20mila euro, mentre i secondi da 5mila ad 8mila euro. "E’ stato un lavoro di ricognizione molto importante, che ha impegnato gli uffici e l’assessore al ramo, Gerardo Di Pietro. ", afferma il sindaco di Bisaccia, Salvatore Frullone.
"Già da tempo avevamo annunciato questa importante operazione di vendita che ci auguriamo possa ottenere un immediato riscontro. E’ la prima operazione che stiamo conducendo sul patrimonio comunale tra poco ci accingeremo a mettere in campo il bando dedicato alle nuove abitazioni appena ristrutturate di Via Mancini».
C’è tempo fino al 16 di novembre 2012 per far pervenire le offerte e gli immobili saranno assegnati sulla base dei criteri e delle priorità stabilite dall’ apposito regolamento. Infatti, il regolamento approvato nel 1999 e integrato nel 2001 recita che gli immobili vengono venduti secondo queste priorità: cittadini residenti non proprietari di abitazioni nel Comune di Bisaccia che, alla data del bando, abitano in alloggi precari e con sistemazione provvisoria; cittadini residenti non proprietari di abitazioni nel Comune di Bisaccia che alla data del bando abitano in alloggi locati; cittadini residenti che abitano in immobili confinanti con le unità da alienare, con precedenza a favore di coloro che non hanno beneficiato di adeguamento abitativo ex legge 219/81; cittadini ex proprietari delle unità da alienare; non residenti con precedenza a chi svolga attività lavorativa stabilmente nel Comune di Bisaccia e, in subordine, a chi svolga lavoro saltuario.
L’assessore al Demanio e Patrimonio del Comune di Bisaccia, Gerardo Di Pietro così commenta: «Ci aspettiamo molto da questo bando, sia in termini di risposta per riqualificare un enorme patrimonio abitativo e sia per il gettito economico che si avrà. Abbiamo lavorato molto bene con gli uffici e questo posso dire con certezza è la prima di una serie di iniziative che stiamo mettendo in campo per valorizzare il nostro patrimonio ereditato dalla ricostruzione».
Foto di Sabino Solimine

2012-10-23 13:57:11

1

Commenti

comments

Lascia un commento