BLOCCATI CINQUE TIR DIRETTI A PUSTARZA!


Sono stati bloccati ieri 5 camion della spazzatura perché i cassoni non erano chiusi in modo corretto e perdevano percolato e residui vari. I carabinieri della zona, dopo aver fatto controlli accurati hanno bloccato i camion e fermato i conducenti provenienti da Napoli Caserta e Salerno. E’ stata chiusa anche la strada di Ciccotonno ormai devastata e sprofondata tanto da non poterci transitare. I camion diretti a Pustarza hanno cominciato a transitare per Difesa grande ma la gente del posto è molto rammaricata perché sono stati terminati i lavori per il ripristino del manto stradale da poco.
Si teme questo tragitto per tutto l’inverno oppure si teme l’utilizzo della ferrovia di Bovino eliminando il tragitto sulle nostre strade a mezzi pesanti ed evitando lo sconquasso dei manti stradali.
L’inviata Sonia Mustone

I carabinieri della Compagnia di Ariano Irpino nel corso di servizi di perlustrazione e di vigilanza effettuati lungo le strade che portano in località Pustarza e all’esterno della discarica hanno deferito in stato di libertà cinque autotrasportatori. I militari delle Stazioni di Flumeri e Savignano hanno fermato e controllato accuratamente cinque mezzi adibiti al trasporto dei rifiuti di proprietà di aziende aventi sede legale nelle province di Napoli, Caserta e Salerno che trasportando i rifiuti in cassoni non completamente chiusi perdevano percolato e emanavano cattivi odori.
I carabinieri, una volta generalizzati i conducenti dei compattatori, hanno provveduto a verificare le autorizzazioni in loro possesso e a controllare che il percorso seguito fosse quello previsto. Dopo aver effettuato gli accertamenti hanno controllato meticolosamente i compattatori rilevando perdite di percolato e la non totale chiusura dei cassoni.
Dalle verifiche sono emerse responsabilità penali a carico di M.C. e C.R. 37enne e 38enne della provincia di Napoli, R.C. e C.A. 52enne e 48enne della provincia di Caserta e M.M. 27enne della provincia di Salerno, che al termine dei controlli sono stati deferiti in stato di libertà per aver trasportato rifiuti in violazione delle autorizzazioni regionali occorrenti per svolgere l’attività.
Delle operazioni svolte è stata data immediata comunicazione alla Procura di Napoli e al Procuratore della Repubblica di Ariano Irpino, Luciano D’Emmanuele, molto attento alle questioni riguardanti l’emergenza rifiuti nel territorio della Procura arianese.

FOTO: CICCOTONNO DEVASTATA FOTO: CAMION BLOCCATI

2008-11-26 01:26:56

1

Commenti

comments

Lascia un commento