BOY SCOUT AL FISHER PARK PER IMPARARE L’ARTE DELLA PESCA


Boy scout a Montaguto. Il Fisher Park è stato infatti scelto dal settore nautico dell’Agesci (Associazione Guide e Scout Cattolici Italiani) nell’ambito del progetto "bottega di pesca". Ogni giorno arriva un pullman di una quarantina di ragazzi da Montella. I gestori del Fisher Park, Alberto Anzivino e la moglie Grazia, mostrano ai ragazzi come pescare, dopodiché il pesce viene pulito e cucinato alla brace.
Il  primo gruppo è arrivato ieri mattina e oggi è arrivato il secondo. Si andrà avanti così fino a giovedì. Gli scout hanno un’età compresa tra gli 11 e i 16 anni e sono di ambedue i sessi: gli uomini sono esploratori e le donne vengono definite guide. Fanno tutti parte  del campo Regionale dell’Agesci Campania "Uniti verso nuovi orizzonti". Un’avventura che vede 2000 scout vivere 12 giorni sui Piani di Verteglia di Montella (Av) all’insegna della natura, della fratellanza e dell’essenzialità. Questi ragazzi sono accompagnati dai cosiddetti capi educatori, Rover e  Scolte, gli scout di 16-21 anni più grandi che si occupano dei più piccoli.
Grande soddisfazione di Alberto Anzivino, con cui ci complimentiamo noi per primi: "Nonostante la distanza dobbiamo sentirci onorati per esser stati scelti", ci ha confessato raggiante. Un’altra bella iniziativa che mette in mostra le potenzialità di Montaguto.
Monica De Mita

2011-08-02 18:07:43

2

Commenti

comments

Lascia un commento