Buon 72esimo compleanno, don Federico

19 marzo 1937: nasceva Federico Capobianco. Poco più di un mese fa, il Signore lo ha chiamato a sé, dopo una malattia che non gli ha dato scampo. Oggi, don Federico avrebbe spento settantadue candeline. A sette giorni dal trigesimo della sua scomparsa, vogliamo ricordare il caro parroco di Montaguto con un pensiero, un ricordo, un abbraccio ideale. Abbiamo raccolto sul sito la splendida testimonianza di Tina Garofano, che gli ha dedicato l’articolo “Don Federico, che la terra ti sia lieve”, di cui riportiamo un breve stralcio: “Chi ti voleva bene sorrideva del tuo essere un po’ naif e ti guardava con affetto sapendo che quello che  tu avevi e che molti di noi adulti abbiamo perso, era un di più non una minorità…

Ascoltavo don Rocco e pensavo alle tue omelie: scomode, impopolari, controcorrente; avevi stufato con i tuoi richiami alla ricchezza interiore, gli inviti a valutare le persone non a cilindrata, a ettaro, a conto in banca.

Ma dove vivevi?  Che ne capivi  tu delle cose del mondo?
Come  potevi pensare di essere ascoltato?”

Abbiamo raccontato il commovente saluto che gli ha rivolto in chiesa il sindaco Giuseppe Andreano: “Durante l’omelia era solito dire che era con il pensiero così concentrato nella parola di Dio che alla fine della messa non ricordava già più quelli che erano in chiesa, come per dire che per lui erano tutti figli di dio e questo gli bastava.”

Ecco, quest’oggi vogliamo ricordarlo in silenzio. Vogliamo fermarci un momento. Pensare a lui. Nessuna polemica, nessun rancore. Peccato solo che non gli sia stata dedicata una giornata di lutto cittadino. Se la sarebbe meritata. Gli avrebbe reso onore. A Montaguto nessun parroco era stato chiamato dal Signore ancora in attività. Era un uomo che ha dato tutto per il paese. Ha fatto enormi sacrifici. Ne è testimone la statua che ha fatto erigere fuori la chiesa, in piazza. E allora, vogliamo dedicare a lui questo giorno in cui vide la luce per la prima volta, settantadue anni fa. Ciao don Federico. E buon compleanno…

2009-03-19

Commenti

comments

Lascia un Commento