FOTO | Buon compleanno a padre Giorgio. Con festa a sorpresa in chiesa!

Giornata impegnativa quella di ieri per la comunità religiosa di Montaguto. Alle 18 la Chiesa era piena come poche volte accade. C’erano famiglie, nonni e giovani. Tutti lì per al celebrazione eucaristica. Una celebrazione identica alle altre ma con delle novità e delle sorprese. Ufficialmente, infatti, la cittadinanza, rappresentata dal sindaco Giuseppe Andreano, si è data appuntamento per la benedizione ad oratorio dei locali posti alle spalle della canonica, un tempo adibiti a Museo civico.

L’iniziativa partì un po’di tempo fa, in concomitanza all’arrivo di padre Giorgio. Fu proprio lui quasi due anni orsono a prendere l’impegno in una delle prime riunioni che ebbe con le famiglie di Montaguto. La chiesa, in quanto tale, non era molto frequentata, non c’era la catechesi e non vi erano locali adibiti a qualsiasi tipologia di aggregazione e formazione giovanile, sia religiosa che umana. E’ compito del parroco far in modo che ciò accada.

Così dapprima venne ripristinato il catechismo. Era infatti assurdo che, oltre all’assenza della scuola, i bambini di Montaguto, dovessero subire anche l’assenza della catechesi con l’ulteriore handicap di dover affrontare il lungo cammino di fede, che porta ai diversi sacramenti, attraverso ulteriori spostamenti dal proprio paese a quelli limitrofi, creando sempre più spaccature all’interno della comunità montagutese. Certo, perché anche in questo caso c’era chi frequentava il catechismo ad Orsara, chi a Savignano. Lo scorso anno la comunione di Antonio Pio Rinaldi fu la prima di una, speriamo, lunga serie. Per quest’anno sono previste sia comunioni che cresime. Può sembrare banale ma per il nostro paese è una vera conquista. Se a questo poi aggiungiamo la possibilità di far incontrare i bambini, i ragazzi e i giovani in locali messi a disposizione della Chiesa ben si può capire lo spirito allegro e gioioso della giornata di ieri. Ma non è tutto.

Ieri infatti era anche il compleanno dell’artefice di questa rinascita spirituale del paese. Padre Giorgio compiva trentotto anni e per questo alla motivazione ufficiale se ne è aggiunta una ufficiosa, anzi del tutto ignara al diretto interessato. L’associazione della Misericordia, le catechiste, i bambini frequentanti lo stesso, i bambini della scuola materna, aiutati dalla maestra Marisa, le mamme e l’intera comunità hanno voluto ringraziare il parroco con una piccola manifestazione d’affetto a sorpresa. Durante la messa celebrata da don Salvatore di Orsara è avvenuta la rivelazione con un caloroso applauso da parte dei presenti. Dopodiché ci si è trasferiti nei locali del futuro oratorio. Padre Giorgio ha ringraziato tutti ma ha anche detto che da quando ha preso i voti non ha più festeggiato il compleanno e farlo sarebbe stato peccato.

“Padre, voi avete fatto voto, ma noi non ne eravamo a conoscenza. I bambini si sono preparati in questi giorni, dovete ascoltarli. Ascoltare non è peccato e per la festa allora ce ne prendiamo noi la responsabilità, siamo noi i peccatori”, ha dichiarato prontamente la nostra Carmelina.

E’ stata lei ad aprire i festeggiamenti insieme ai piccoli della scuola materna che, oltre a recitare una poesia ed una dolce canzone, hanno omaggiato il parroco con un piccolo lavoretto artigianale. Poi si è dato spazio ai più grandi attraverso altre poesie ed altri canti alcuni dei quali scritti su misura per Padre Giorgio sempre dal nostro orgoglio paesano, Carmela. E’ stato bello vedere la complicità di tutti i partecipanti e vedere poi i piccoli del paese recitare e cantare con le mamme che ,con il labiale, ripetevano a memoria ciò che il proprio figlio o figlia doveva dire. E dopo la parte artistica della serata si è proseguito con la parte squisita della stessa. Con un po’ di pizza e la meravigliosa, nonché buonissima torta, preparata da Fiorella de Michele, la serata è giunta a termine.

Dalla redazione di Montaguto.com i più affettuosi auguri! E grazie per quello che fa ogni giorno per la nostra comunità!

Monica De Mita

foto di Rocco Angino

2011-03-31 19:30:12

Commenti

comments

Lascia un Commento