CASTELLI DI PACE: A FIRENZE PURE L’IRPINIA!


Da domani e fino al 20 maggio torna Terra Futura: la Fortezza da Basso, a Firenze, ospiterà la IV edizione della mostra-convegno internazionale delle buone pratiche di sostenibilità ambientale, economica e sociale, presentata lo scorso gennaio al World Social Forum di Nairobi. Dalla vita quotidiana alle relazioni sociali, dal sistema economico all’amministrazione della cosa pubblica: il tutto per ripensare in maniera globale l’ “abitare terra”, nella convinzione che le questioni sociali, ambientali ed economiche sono assolutamente inscindibili le une dalle altre.

E perché: non può esserci impegno a fianco degli ultimi senza la tutela delle risorse naturali, né azione per la finanza etica senza l’obiettivo di un nuovo sistema economico, e neppure lotta in difesa dei lavoratori senza la promozione dei diritti dei popoli.
Domenica 20 maggio anche l’Irpinia sarà ospite dell’attesa manifestazione: Legambiente Campania, Acli di Avellino, le Comunità montane Ufita e Terminio Cervialto, il Gal Verde Irpinia. Per l’occasione sarà infatti presentata la nuova edizione di ‘Castelli di pace – festival per la Pace e la Sostenibilità’ promosso da Legambiente e Acli che si terrà dal 3 al 5 agosto in Irpinia. Si tratta di un festival itinerante dedicato ai piccoli Comuni che fino all’anno scorso si è svolto in Toscana, nella zona della Lunigiana, e che quest’anno si sposta nel territorio irpino, anch’esso costellato di piccoli comuni. Il progetto Castelli di Pace nasce da un’altra importante iniziativa di Legambiente: “Voler bene all’Italia”, la festa nazionale della piccola grande Italia. In Irpinia sono stati ben 42 i comuni al di sotto dei 5000 abitanti a partecipare all’evento dello scorso 6 maggio: Sant’Angelo dei Lombardi, Castelfranci e Frigento sono state le piazze principali. In questi paesi le piazze sono state animate da bande musicali, spettacoli per bambini, degustazioni di prodotti tipici, balli popolari e passeggiate naturalistiche che per un giorno hanno fatto riscoprire a visitatori e agli stessi abitanti del posto il piacere di vivere nei piccoli borghi. La Rete dei Castelli di Pace nasce ufficialmente nel 2005 e ad oggi conta oltre 70 piccoli comuni italiani che condividono valori di pace e solidarietà. Ha come obiettivo operativo quello di promuovere e adottare progetti di sostenibilità ambientale soprattutto in tema di fonti rinnovabili e risparmio energetico. L’edizione del 2007 si configura come un festival di animazione territoriale e culturale coinvolgendo una rete di comuni in cui i castelli, da architetture di dominio, si trasformeranno in luoghi aperti alla promozione di una cultura di Pace e Sostenibilità, dove sarà ospitata la discussione su temi chiave come Migrazioni e territorio, Risorse e Energia, Beni comuni. Le tre giornate seguiranno 4 temi-guida, animati da un sistema di eventi fruibili attraverso i territori coinvolti dal Festival. Offerte varie e di qualità, incontri con ospiti importanti, performance teatrali e musicali si alterneranno in una formula originale.

2007-05-17 18:06:35

2

Commenti

comments

Lascia un commento