CHE COS’E’ UN CENTRO INFORMAGIOVANI


A partire dal 1981 sono stati istituiti in Italia oltre 1000 Informagiovani, spesso nell’ambito dei "Progetti Giovani" adottati da molti Comuni. I Centri Informagiovani sono servizi dove sono disponibili informazioni sulle offerte sia in ambito pubblico che privato e sui vari argomenti di interesse per i giovani. Inoltre i Centri offrono un importante "punto di vista" sul mondo giovanile.

I giovani che si rivolgono ai centri hanno la possibilità di:

* consultare dossier contenenti la documentazione, nonché guide, libri, riviste, giornali
* visionare le bacheche (concorsi, borse di studio, lavoro, corsi professionali, appuntamenti culturali, attività di vario genere…) aggiornate quotidianamente.
* richiedere le schede orientative sugli argomenti di maggior interesse
* prelevare depliant, opuscoli e programmi messi in distribuzione generalmente all’ingresso dei Centri
* affiggere annunci nelle bacheche (ricerca di lavoro e casa, offro -compro, scambio, vendo oggetti vari, musica, viaggi…)

In molti Centri è possibile interrogare la Banca Dati Nazionale Giovani direttamente o tramite l’operatore ottenendo la stampa delle informazioni cercate.
Interrogare direttamente l’operatore: Il colloquio diretto tra l’operatore e i giovani rappresenta la modalità più significativa, il metodo più sicuro che permette di interpretare correttamente la domanda, ed eventualmente di approfondire la richiesta.

L’informazione disponibile presso i Centri Informagiovani è: gratuita pluralista completa affidabile

La documentazione è composta di dossier, guide, libri, banca dati nazionale giovani, opuscoli, depliant, ecc.
La documentazione è il materiale di base usato per la ricerca, la elaborazione e la comunicazione delle informazioni.
La documentazione è organizzata in nove settori: istruzione, professioni, educazione permanente, lavoro, vita sociale, tempo libero e cultura, vacanze, estero e sport:

SCUOLA E FORMAZIONE Sedi scolastiche, universitarie, programmi, corsi post-scuola media inferiore e superiore, para e post-universitari, conservatori, accademie, associazioni di studenti, sindacati, corsi di formazione professionale.

PROFESSIONI Informazioni sulle carriere professionali con indicazioni, per ognuna di esse, sul corso di studi necessario e sugli sbocchi lavorativi, suddivise nei seguenti settori: amministrazione pubblica, agricoltura-allevamento-alimentazione, arte e spettacolo, economia e commercio, insegnamento, settore legale, medico e paramedico, tecnico-scientifico, culturale-umanistico.

LAVORO Normativa sul mondo del lavoro, funzionamento dell’ufficio di collocamento, concorsi, sindacati, cooperative, lavoro temporaneo e stagionale.

EDUCAZIONE PERMANENTE Corsi di formazione sociale e personale (es. corsi di lingua), ore, corsi di formazione e aggiornamento per lavoratori, corsi speciali di qualificazione professionale.

VITA SOCIALE E SANITÀ Volontariato, servizio civile e militare, servizi sociali e sanitari, sicurezza sociale, documenti personali, ecologia, abitazione.

CULTURA E TEMPO LIBERO Indirizzi e sedi di associazioni, circoli, club, locali alternativi… che si occupano dell’organizzazione del tempo libero con attività individuali e collettive; corsi di vario tipo (teatro, musica, cinema, artigianato, fotografia, pittura…); notizie riguardanti il panorama culturale della città.

TURISMO Indicazioni sulle opportunità di vacanze in Italia e all’estero, finalizzate e a misura dei giovani e sulle modalità, mezzi e tempi per realizzarle (ostelli, campeggi, mostre, manifestazioni, campi di lavoro, itinerari turistici, settimane bianche…).

ESTERO Notizie di ogni genere sui paesi esteri: indirizzi utili, documenti necessari per recarvisi, manifestazioni culturali, iniziative, scambi alla pari, opportunità di studio e lavoro.

SPORT Informazioni sulle discipline sportive, sulle federazioni e associazioni, sull’utilizzo degli impianti sportivi (indirizzi, sedi, orari, costi), sulle iniziative in programma di volta in volta.


La creazione di Centri Informagiovani è forse il settore che i Progetti giovani hanno sviluppato in modo più originale, tanto che oggi questi Servizi incominciano a sorgere anche dove di fatto non esiste un Progetto giovani.
Gli Informagiovani sono l’unico servizio pensato per i giovani e presente – anche se in misure diverse – su tutto il territorio nazionale ed il cui sviluppo è avvenuto a "macchia di leopardo".
In Italia i primi Centri sono stati istituiti a Torino (1982), Milano (l’Osmeg nel 1983) e Forlì (1984), mentre la loro storia è assai più lunga in altri paesi europei dove hanno cominciato a funzionare fin dalla seconda metà degli anni sessanta (basti pensare a Francia e Belgio).
A tutt’oggi, ne esistono più di 600 e sono in continua crescita: si assiste infatti ad un forte sviluppo di Assessorati alle Politiche giovanili, così come è stato negli anni ottanta per quelli alla Cultura.
Gli Informagiovani oltre alla principale funzione informativa, hanno spesso, soprattutto nei Comuni medio-piccoli, anche funzione di "ascolto", d’orientamento, d’osservatorio del mondo giovanile e sostengono iniziative e progetti promossi da giovani per altri giovani.
Tre gli obiettivi principali che gli Informagiovani devono porsi:

agire sulla promozione della cultura dell’informazione (presentandosi sia come soggetti specializzati nella produzione di informazione per i giovani, sia come uno degli uffici informatizzati del Comune, insieme ad esempio all’URP, all’anagrafe o alle reti civiche);

considerarsi, ed essere considerati, strumenti di politiche giovanili;

attrezzarsi per contrastare il fenomeno della disoccupazione giovanile sia "alleandosi" con le altre agenzie specializzate sul lavoro, sia svolgendo un’azione più culturale che sviluppi la predisposizione all’imprenditività dei giovani e l’attitudine al lavoro già nello svolgimento della funzione di sostegno alle iniziative giovanili.

Informagiovani e punti informativi: i criteri piemontesi

I servizi Informagiovani si distinguono per tipologia a seconda delle funzioni svolte e della dimensione del servizio misurata principalmente in base alle ore di apertura al pubblico. Esistono principalmente tre tipologie di servizio:

AGENZIA INFORMAGIOVANI: è un centro che svolge funzioni di ricerca e trattamento delle informazioni anche per altri centri/punti convenzionati. Fornisce ad altri centri/punti materiale informativo già elaborato e pronto all’erogazione, servendosi di prodotti di supporto (ad esempio banca dati) o in altre forme (schede orientative, opuscoli periodici ecc…). E’ dotata di una struttura di gestione delle risorse informative con un impegno notevole in termini di ore lavoro e personale impiegato.

CENTRO INFORMAGIOVANI: è un centro con orario di apertura al pubblico non inferiore alle quindici ore settimanali che svolge autonomamente le funzioni di ricerca, selezione e trattamento delle informazioni per la propria utenza. E’ consigliabile per un Centro Informagiovani strutturare il servizio con pari ore settimanali di sportello e retro – sportello per consentire l’aggiornamento costante dell’archivio e una sufficiente azione di ricerca.

PUNTO INFORMAGIOVANI: e un servizio con in media otto ore settimanali di sportello. Non svolge funzioni di ricerca e trattamento delle informazioni
ma si appoggia a un Centro/Agenzia per il reperimento e l’elaborazione del materiale informativo. In alcuni casi un Centro Informagiovani, in considerazione di particolari esigenze espresse dal territorio di riferimento, può decidere di aprire punti dislocati di sportello sui quali distribuire le ore di apertura al pubblico. In questo caso il Centro e i punti dislocati sono gestiti dallo stesso personale che ruota sui vari sportelli. Le funzioni di retro – sportello sono gestite centralmente.

2007-11-29 10:58:40

3

Commenti

comments

Lascia un commento