CICCOTONNO, ARRIVA ANCHE STRISCIA

Non se ne poteva più. La tensione era salita a tal punto che è stato necessario l’intervento delle forze dell’ordine. La protesta è salita di tono e intensità. Camionette dell’esercito, della polizia e dei carabinieri giunti sul posto fanno bella mostra. I camionisti, circa una settantina, manifestano il loro dissenso con altrettanti tir.

I conducenti di questi enormi mostri carichi di spazzatura stanno conducendo una protesta contro le pessime condizioni in cui versa la strada Ciccotonno. Sul posto è arrivata anche una troupe di Striscia la Notizia, che ha realizzato un servizio che è andato in onda su canale 5, a cura di Luca Abete. C’era anche il sindaco di Savignano Oreste Ciasullo, che ha rassicurato i camionisti. "Lo avevamo detto che era un luogo impervio per la discarica, ma non ci hanno dato ascolto. Dunque, è stata scelta come ripiego una strada interpoderale. Che ora però dovrà essere chiusa". L’inviato Luca Abete ha poi intervistato il direttore dei lavori, l’ingegner Ing. Antonio Capobianco: "La strada verrà ristrutturata e i lavori di 62 giorni". A queste parole, Abete gli ha lasciato una pigna in pegno. "Tra sessantadue giorni verrò a riprendermela e vedere se i lavori sono conclusi".
Per risolvere la situazione nell’immediato, è in dirittura d’arrivo un progetto già concordato tra la Regione Campania e la Regione Puglia. L’ottanta per cento dei rifiuti diretti a Pustarza arriverà sui treni mentre il restante 20 per cento, quello proveniente dalla provincia di Avellino, continuerà a viaggiare sui tir seguendo un percorso che passerà sempre per Savignano Irpino ma baipasserà Ciccotonno e arriverà in discarica lungo strade interpoderali. Secondo il piano i compattatori passeranno per località San Rocco e per il territorio di Montaguto.
Ieri mattina alcuni autisti avevano provato a salire verso la discarica ma hanno dovuto rinunciare tornando in retromarcia. Ora sono intenzionati a non gettare la spugna fin quando non verrà garantita loro la perfetta agibilità del percorso che porta a Pustarza. Tra l’altro c’è da dire che la situazione è ancor più complicata dall’aggiunta dei tir che solitamente scaricano nella discarica di Sant’Arcangelo Trimonte, in provincia di Benevento. In quella discarica infatti c’è il divieto di scarico nella seconda vasca. Uno dei camionisti, interessato alla vicenda, ha garantito che presto si sarebbe iscritto al nostro sito per tenerci al corrente di tutto, mandandoci foto e probabilmente anche qualche video. Intanto, la già lunga fila di tir è in costante aumento: sono arrivati fino alla zona P.i.p. di Montaguto!
E dire, comunque, che noi l’avevamo detto! Tutto ciò arriva a distanza di quasi due mesi dalla denuncia di Montaguto.com sullo stato di totale devastazione di questa importante (ahinoi) arteria

Michele Pilla
La corrispondente Monica De Mita
(Si ringrazia Marianna De Mita)

2008-12-04 17:48:23

2

Commenti

comments

Lascia un Commento