COMUNITA’ MONTANA, BATTAGLIA DELL’ESECUTIVO PER IL COMPARTO ENTI LOCALI


Il Presidente Oreste Ciasullo e l’Esecutivo della Comunità Montana dell’Ufita al fianco dei lavoratori del comparto Enti locali. Il sostegno in una battaglia che nasce dall’evidente disimpegno del Governo centrale e regionale si manifesta in una doppia iniziativa. Se, infatti, da un lato – compiendo un notevole sforzo economico – la Giunta ha raschiato il fondo del barile nelle casse dell’Ente per garantire il pagamento delle spettanze di luglio e agosto, dall’altro ha messo in atto una serie di iniziative politico – istituzionali volte a chiedere il giusto riconoscimento alle Comunità Montane ed ai dipendenti del comparto Enti locali in forza a queste ultime…

Con un deliberato di Giunta – inviato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri e all’Esecutivo regionale della Campania – la Comunità Montana dell’Ufita ha fatto voti alle istituzioni “perché lo stato di disagio e di profonda difficoltà che attanaglia gli Enti montani possa essere risolto”. Il provvedimento è stato inoltrato anche alla Prefettura di Avellino. Il Presidente Ciasullo ha provato, però, a fare anche di più. Si è, infatti, recato a Napoli per avere un confronto sulla problematica con i dirigenti dell’Assessorato Enti locali retto da Sommese. Nel corso del vertice con la dottoressa Sirignano è arrivata una doccia fredda. “La questione – spiega il numero uno dell’Ente ufitano – non è affatto di semplice risoluzione. L’Esecutivo centrale non ha disposto, a fianco del trasferimento di competenze, anche il trasferimento economico necessario alla vita ed all’attività delle Comunità montane. La stessa Regione non ha risorse utili in tal senso. Gli Enti e il comparto rischiano la paralisi. L’unica speranza è legata ad un incontro che il Governatore Caldoro terrà – entro la fine del mese di settembre – in sede governativa per lo sblocco della vertenza”. Le parole della dirigente regionale hanno lasciato l’amaro in bocca al Presidente Ciasullo. “Come Esecutivo – aggiunge – abbiamo messo in campo tutto quanto potevamo. Raschiando il fondo del barile, abbiamo assicurato anche il pagamento, attraverso nostre anticipazioni, degli stipendi di luglio e agosto”. La delibera per la corresponsione delle ultime due mensilità agli addetti del comparto Enti locali è stata ufficializzata nel corso dell’ultimo appuntamento dell’Esecutivo. Di più, davvero non si poteva fare.

2010-09-10 11:42:46

0

Commenti

comments

Lascia un commento