COMUNITA’ MONTANA, ECCO IL PROGETTO ‘METTIAMOCI LA FACCIA PER I PICCOLI COMUNI’


La Comunità Montana dell’Ufita ed il suo presidente Oreste Ciasullo si mostrano, ancora una volta, attenti alle esigenze del territorio e delle amministrazioni locali, oltre che pronti a cogliere opportunità di crescita e di sviluppo. Anche per ciò che concerne il miglioramento dei servizi e l’avvicinamento dei cittadini alla pubblica amministrazione. A riguardo, il presidente ha fortemente voluto la presenza in sede della dottoressa Ersilia D’Antonio per la presentazione del progetto – di cui è referente – “Mettiamoci la faccia per i piccoli comuni”, promosso dal Ministero per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione… (CONTINUA ALL’INTERNO)

All’appuntamento hanno partecipato gli amministratori dei comuni appartenenti al bacino dell’ente montano dell’Ufita. L’obiettivo dell’iniziativa – la cui scadenza è stata prorogata al 30 luglio – è quello di rilevare in maniera sistematica, attraverso l’utilizzo di emoticons, la soddisfazione di cittadini e utenti per i servizi pubblici erogati agli sportelli o attraverso altri canali. Le emoticons consentono ai cittadini la possibilità di esprimere un giudizio sul servizio in maniera semplice ed immediata, alle amministrazioni di disporre di una descrizione sintetica della percezione degli utenti di servizi, a basso grado di complessità. In sintesi, il progetto mira a rilevare il grado di soddisfazione dei servizi offerti dalla Pubblica Amministrazione, per favorire un loro miglioramento, attraverso l’opinione dell’utente – cittadino. Il progetto – presentato presso la sede della Comunità Montana – prevede la concessione di un bonus – per i piccoli Comuni (con popolazione sino a 5mila abitanti) e le Unioni di Comuni – per l’acquisto di dotazioni tecnologiche, da effettuarsi attraverso il Mercato elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA). Gli enti possono dotarsi di: Terminali interattivi, cioè dispositivi touch screen per la rilevazione della customer satisfaction che richiedono la connessione a sistemi informatici già esistenti; Kit per la rilevazione della customer satisfaction, ovvero soluzioni chiavi in mano che, oltre al terminale touch screen, forniscono il software e l’hardware necessari.
Il bonus ha un ammontare massimo di 400 euro. Per le amministrazioni sprovviste di firma digitale è previsto un incremento del bonus di 50 euro. Un ulteriore bonus di 10 euro è, inoltre, garantito per l’acquisto di posta elettronica certificata (Pec). L’iniziativa è stata accolta con molto favore dagli amministratori ufitani, che hanno mostrato ampia disponibilità a dotarsi degli strumenti necessari a misurare il gradimento per i servizi erogati. Sarà proprio l’ente sovracomunale, sulla scorta delle indicazioni arrivate nel corso dell’incontro, ad istituire una pratica collettiva per favorire le dotazioni di tutti i comuni. La dottoressa D’Antonio ha mostrato la propria disponibilità a nuovi incontri sul territorio – con gli amministratori di enti montani ed Unioni di Comuni – per illustrare il progetto e favorire una partecipazione sempre più ampia all’iniziativa.

2010-06-12 12:08:04

0

Commenti

comments

Lascia un commento