COMUNITA’ MONTANA, PROSEGUE LA SISTEMAZIONE DEL PAESE


Infaticabili. Instancabili. Solerti. Gli aggettivi si sprecano. Il lavoro dei forestali a Montaguto sta dando i suoi frutti. Il paese, poco a poco, sta cambiando volto. "Abbiamo dimostrato, attraverso le assunzioni dei 227 operai, che le comunità montane hanno un ruolo importante nelle comunità territoriali". Oreste Ciasullo, presidente della Comunità Montana dell’Ufita, è pienamente soddisfatto… (CONTINUA ALL’INTERNO CON FOTO)

LE FOTO DEL LAVORI DELLA COMUNITA’ MONTANA

I ragazzi all’opera a Montaguto hanno già completato diverse opere di sistemazione del paese. Hanno iniziato con un compito durissimo e molto delicato, i 16 forestali impegnati. Pulizia del sottobosco a quota 500 metri. Una richiesta fatta dalla Protezione Civile lo scorso 29 maggio.
Fu proprio il dottor Nicola Dell’Acqua, agronomo ed esperto di pulizia dei boschi, a richiedere tale intervento, per evitare che la boscaglia bloccasse il corso delle acque che poi andavano a confluire nella frana. La pulitura del sottobosco, effettuata in maniera brillante, ha aiutato molto anche per quanto concerne proprio la regimentazione delle acque. La Protezione Civile si è dichiarata molto soddisfatta per l’intervento effettuato (LEGGI QUI). Poi vi sono stati gli interventi di pulizia del bosco alle sorgenti e la sistemazione della fontana nuova: cambiati i bocchettoni, pulite le vasche e, soprattutto, resa potabile nuovamente l’acqua. Adesso si può di nuovo bere. E poi ancora, verniciatura delle ringhiere e montaggio dei giochi per bambini al parco. Successivamente, la sistemazione dell’asfalto in via Contrada Taverna (LEGGI QUI) In ultimo, pulizia alle case popolari, dove sono stati trovati rifiuti di plastica e altro materiale. Inoltre si sta completando la scarpata e la pulizia dell’erba. "In carenza di personale i forestali possono sopperire – prosegue Ciasullo -. Abbiamo avuto dimostrazione che anche in occasione dell’emergenza frana, una squadra adeguata della nostra comunità montana ha fatto un ottimo lavoro al servizio del paese. Ringraziamo gli operai che dimostrano attaccamento al proprio paese". Situazione fondi, la schiarita c’è stata e la situazione sembra volgere in positivo: "Vi è stata una revoca della revoca, e dunque ripristinato il fondo che tutela il lavoro dei forestali. Una tutela e una garanzia per le fasce occupazionali".

Michele Pilla

Una cascata emersa dalla pulizia del sottobosco a quota cinquecento metri, destra idraulica

Sistemazione del fosso a Contrada Taverna

2010-07-12 14:39:57

0

Commenti

comments

Lascia un commento