COMUNITA’ MONTANA, RISOLTA LA VERTENZA. CIASULLO: ‘IMPEGNO PREMIATO’


Risolta la vertenza dei lavoratori forestali della Comunità Montana dell’Ufita. In mattinata, infatti, sul conto dell’ente è stato accreditato il bonifico di un milione e 16mila euro, prima tranche del finanziamento della Regione Campania per le spettanze degli operai del settore. Il problema del primo errato accredito è, dunque, stato risolto nel giro di pochi giorni grazie all’impegno profuso dal presidente Oreste Ciasullo, dall’Esecutivo e dai responsabili amministrativi della struttura della Comunità Montana… (CONTINUA ALL’INTERNO)

Ma, anche e soprattutto, dal consigliere regionale arianese Ettore Zecchino che ha fatto sua la problematica e si è prodigato per riuscire a superare gli ostacoli burocratici che si sono presentati a causa del concomitante periodo di ferie. Le polemiche di qualche soggetto che ha provato a speculare sulla pelle dei lavoratori per ottenere piccoli interessi personali vengono, dunque, spente prontamente da risultati concreti. A questi si è arrivati nello spazio di pochi giorni, garantendo ai lavoratori un’attenzione immediata, non certo come qualcuno che avrebbe addirittura voluto scomodare il Prefetto, ma solo dopo la fine delle sue ferie. Tanto i problemi di 370 famiglie avrebbero potuto aspettare. Non è così per Ciasullo e la Giunta dell’ente che sono intervenuti tempestivamente e senza esitazioni, puntando direttamente al risultato. I lavoratori sanno bene chi realmente è dalla loro parte e chi si prodiga per la risoluzione dei loro problemi. E conoscono pure alcuni soggetti che, anche in questa vicenda, avrebbero fatto meglio a rimanere in silenzio. Hanno sprecato l’ennesima buona occasione. Intanto, presso l’istituto di credito tesoriere della Comunità Montana dell’Ufita sono già arrivati i mandati di pagamento di una prima tranche di arretrati: a tutti i lavoratori verranno garantiti il saldo della mensilità di maggio e un primo accredito, pari al 50%, dello stipendio di giugno. Gli operai a tempo indeterminato si vedranno corrispondere anche la 14esima mensilità. Esprime soddisfazione per la rapida e positiva conclusione della vertenza il presidente dell’ente Oreste Ciasullo. “Ancora una volta – evidenzia – i fatti ci danno ragione. Mentre altri sbraitavano e tentavano di tirarci in una speculazione sulla pelle di 370 lavoratori ed in una polemica utile solo a fini politici, noi abbiamo preferito assicurare il nostro impegno per risolvere una problematica grave, che rischiava di pesare non poco sulla situazione familiare degli operai. La nostra politica è fatta di lavoro, impegno e determinazione nel raggiungere gli obiettivi prefissati. Altri non hanno perso occasione per dimostrare che, dopo anni di esperienza, non sono cambiati: vanno avanti ancora con chiacchiere, fumo e bugie. Il mio ringraziamento va ai lavoratori, per il senso di responsabilità dimostrato, ad una parte del sindacato, la Uil, per il sostegno nella vicenda ed al consigliere regionale Zecchino per il determinante impegno profuso nonostante il periodo di ferie”. Ciasullo e la Giunta sono già al lavoro per affrontare l’altra delicata questione che riguarda i dipendenti del comparto enti locali. In questo caso, il problema è più ampio e coinvolge tutti gli enti montani: il trasferimento di competenze dallo Stato centrale alle Regioni non è coinciso, infatti, con il necessario trasferimento di fondi per mantenere in vita le Comunità Montane. Palazzo Santa Lucia non è riuscito, dunque, ad assicurare il finanziamento richiesto, di circa 550mila euro, pari alle risorse assegnate e trasferite, nell’anno 2009, dal Ministero dell’Interno ed afferente il contributo ordinario, il contributo consolidato, gli altri contributi generali ed il contributo per lo sviluppo degli investimenti delle comunità montane.

2010-08-21 13:53:13

1

Commenti

comments

Lascia un commento