CONSIGLIO DEI MINISTRI, VENERDI’ LO STATO D’EMERGENZA


"Il Consiglio dei Ministri di venerdì prossimo dichiarerà lo stato di emergenza per i territori interessati dalla frana di Montaguto", avvenuta il 10 marzo e che paralizza i collegamenti ferroviarii nel tra la Puglia e Roma. Lo annuncia il ministro per gli Affari Regionali, Raffaele Fitto. "Il Governo, attraverso l’efficiente azione della Protezione Civile – afferma il ministro in una nota -, ha assicurato quanto necessario a fronteggiare nell’immediato l’emergenza dell’ennesimo fenomeno franoso e ha consentito in pochi giorni di individuare i siti nei quali stoccare i detriti affidando al commissario i poteri necessari a questo scopo"…

Secondo Fitto, la polemica contro il Governo è "strumentale" ed è solo "uno schermo di fumo" per cercare di "celare le responsabilità vere di chi ha amministrato quei territori. Per quasi cinque anni, infatti, l’emergenza è stata affidata alla responsabilità della Regione Campania che disponeva di tutti i poteri necessari ad affrontare e risolvere un evento la cui lenta evoluzione era perfettamente prevedibile". "E’ per me un’amarissima circostanza – aggiunge il ministro – dover ammettere che una cosa così al Nord non si sarebbe verificata: al Nord in cinque anni, con una disponibilità di risorse pari a quella che alla Campania deriva dai fondi nazionali e comunitari per i rischi idrogeologici e con i poteri straordinari affidati, il problema sarebbe stato risolto". "La polemica Nord-Sud – conclude Fitto – utilizzata per agitare gli animi dei cittadini pugliesi e campani è stucchevole e deve essere combattuta per quello che essa è: espressione di una cultura politica che costituisce un’insopportabile zavorra per lo sviluppo economico e sociale del Mezzogiorno".

2010-04-13 18:07:02

3

Commenti

comments

Lascia un commento