Coronavirus, in Campania è vietato passeggiare. Ecco alcuni importanti chiarimenti dell’Ordinanza n. 15 del 13 marzo 2020


Emergenza Coronavirus, ecco alcuni importanti delucidazioni in merito alla situazione attuale. Inoltre, alleghiamo in basso anche un documento scaricato dal sito della Polizia di Stato.

Nell’Ordinanza n. 15 del 13 marzo 2020 la REGIONE CAMPANIA stabilisce che:

I punti dell’Ordinanza: vietato passeggiare

1 – Fino al 25 Marzo 2020 su tutto il territorio regionale i cittadini sono obbligati a rimanere nelle proprie abitazioni. Sono consentiti spostamenti individuali solo se di breve durata e destinati a risolvere esigenze lavorative, situazioni di necessità o problemi di salute.

2 – Per situazioni di necessità si intendono: esigenze primarie delle persone (approvvigionamento di cibo, di detergenti, di medicinali) e degli animali domestici. In entrambi i casi gli spostamenti dovranno avvenire nei pressi della propria abitazione e per il tempo strettamente necessario

3 – È consentita la presenza di un accompagnatore solo se quest’ultimo accompagna un paziente o solo se entrambe le persone appartengono allo stesso nucleo familiare e si spostano per motivi di lavoro.

4 – L’attività sportiva, ludica o nricreativa all’aperto in luoghi pubblici o aperti al pubblico non è compatibile con il contenuto dell’Ordinanza numero 15 del 13 marzo 2020

5 – Non è consentito in locali pubblici e/op aperti al pubblico svolgere eventi quali riunioni per fin ricreativi e/o sportivi e feste

6 – Chi non rispetta questa ordinanza può essere punito con l’arresto fino a tre mesi o una multa fino a 206 Euro

7 – Secondo quanto comunicato da De Luca nel messaggio, chi trasgredisce alle norme esposte in questa ordinanza sarà segnalato al Dipartimento di prevenzione della ASL e dovrà osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario per 14 giorni (quarantena) e sarà periodicamente sorvegliato dalle autorità come se fosse agli arresti domiciliari

8 – Chi viola la permanenza domiciliare illustrata al punto 5 sarà punito con l’arresto fino a tre mesi o un’ulteriore multa di 206 Euro.

Chiarimento in merito agli spostamenti per lavoro

In un chiarimento emanato successivamente all’ordinanza si specifica che le squadre di lavoro (formate ad esempio da tecnici e operai) non sono soggette alla limitazione degli spostamenti di cui si tratta al punto 1.

Chiarimenti del Presidente De Luca

Il Presidente De Luca, dunque, ha specificato che non si può camminare per strada senza una ragione valida, come passeggiare sul lungomare o “prendere il sole stravaccato su una panchina”.

Commenti

comments

Lascia un commento