DISCARICA, PROTESTA DELLA VALLE DEL CERVARO


* Nella foto: uno striscione esposto ad Ischia in occasione della prima protesta*Panni – Il sindaco Pasquale Ciruolo non si arrende all’idea di avere a pochi metri dal centro abitato una discarica che è a servizio della provincia di Avellino e della regione Campania e rilancia con forza la volontà di volersi opporre in ogni modo, nell’ambito della democrazia e delle legalità, ad una scelta non condivisibile. E dichiara di essere pronto a legarsi sul binari della linea Napoli-Bari, che attraversa il sito di località Ischia, fino alle estreme conseguenze. Intanto nelle prossime ore saranno allestiti i presidi a tutela del territorio, che daranno l’allarme in caso di movimenti sospetti in località Ischia, nel comune di Savignano Irpino. La Valle del Cervaro fa fronte comune contro la minacciata realizzazione della seconda discarica della provincia di Avellino e scatta la reciproca solidarietà nell’interesse comune. La popolazione non è sembrata molto appassionata al dibattito politico che si è aperto tra il centrosinistra e il centrodestra, perché, insieme con il sindaco di Panni, ritiene che il problema deve essere affrontato operativamente. In prima linea il sindaco di Savignano, Oreste Ciasullo, e di Montaguto, Giuseppe Andreano. La Provincia di Foggia, risentita a livello istituzionale con gli irpini, per la scelta di individuare il sito sulla linea di confine tra la Campania e la Puglia, ha manifestato l’intenzione di affiancare la popolazione in un momento molto delicato per la comunità. E da Ariano Irpino arriva l’invito a non spostare l’attenzione su un piano diverso da quello politico, che rappresenta il vero terreno sul quale combattere una partita molto complessa e difficile per le implicazioni che comporta. Questo, in sintesi, quanto emerso al termine del consiglio comunale straordinario svoltosi questa mattina a Panni, con la presenza di amministratori locali e rappresentanti del governo provinciale e regionale della Puglia. Hanno partecipato il senatore di Forza Italia, Carmelo Morra, che è stato fin dall’inizio al fianco della popolazione per difendere il territorio e l’ambiente e la collega Colomba Mongiello del gruppo dell’Ulivo, che ha difeso le scelte fatte dal governo in occasione del dibattito al senato. Per l’amministrazione provinciale di Foggia è intervenuto il vice presidente Francesco Parisi. Anche il commissariato per l’emergenza rifiuti era rappresentato da Pietro Greco, al quale è stato chiesto di rivedere l’individuazione del sito. In rappresentanza del comune di Ariano Irpino l’assessore Generoso Cusano di Forza Italia, che ha sottolineato l’impegno dei senatori del centrodestra, decisivo nel proporre e far passare l’emendamento relativo alla chiusura della discarica di Ariano Irpino e all’avvio delle procedure finalizzate al termine della gestione commissariale. Cusano ha osservato che località Ischia è venua fuori da un elenco di siti potenzialmente idonei, ma nessuno ha verificato se sia effettivamente la scelta migliore rispetto ad altre località che potrebbero rispondere meglio alle esigenze manifestate dal commissariato. E invita a rispolverare quell’elenco, andato in archivio. E’ sorta anche una questione relativa all’appalto dei lavori, che è stato aggiudicato alla Fibe, potrebbe essere presentato un esposto alla procura della repubblica di Ariano Irpino, ma la sensazione è che i “giochi” siano stati già fatti e che la scelta di Ischia sia irreversibile.

(Fonte: Irpinianews.it)

2007-07-02 18:45:18

2

Commenti

comments

Lascia un commento