DROGA A GROTTAMINARDA, PRESI I CORRIERI: IN MANETTE DUE EXTRACOMUNITARI


di Lucia Cafazzo

Ad intercettare l’auto che riforniva il mercato della droga, sono stati gli uomini della sottosezione di polizia stradale con gli ispettori capo Armando Mirra e Luigi Avella, sotto la direzione diSalvatore Imparato e il coordinamento del comandante Antonio Rosario Stanco. Gli inquirenti erano venuti a conoscenza che negli ultimi mesi, vi era stato un notevole incremento del consumo di sostanze stupefacenti, tra i giovani grottesi.

La fiorente attività di spaccio di sostanze stupefacenti con cadenza settimanale veniva alimentata da corrieri a bordo di un’auto di grossa cilindrata. Da qui attraverso sofisticate indagini si è giunti all’individuazione e all’arresto di due exstracomunitari del nord – africa. A registrare il loro transito settimanale, le telecamere installate sulla barriera, all’altezza del casello di Grottaminarda. L’Audi A4 di colore nero usciva puntualmente ogni sabato pomeriggio in quel punto esatto dell’autostrada per entrare nel paese ufitano. Un particolare questo che ha subito insospettito i poliziotti, i quali dopo aver intercettato la vettura nell’area di servizio Mirabella Sud hanno effettuato subito un controllo del veicolo e degli occupanti. Sequestrato all’interno, un manico di ascia della lunghezza di 68 centimetri e 19 paia di scarpe di una nota griffe. Ma gli uomini della polstrada non si sono fatti ingannare e sono andati ben oltre, convinti di trovare il vero carico illecito in quell’auto. Da qui il rinvenimento di diversi panetti di hashisch destinati al mercato grottese. Per i due exstracomunitari si sono aperte le porte del carcere di Ariano Irpino. L’attività d’indagine che non si è affatto conclusa è stata coordinata dal sostituto procuratore Arturo De Stefano. Si tratta dell’ennesima brillante operazione della polstrada di Grottaminarda.

2013-03-19 18:40:24

0

Commenti

comments

Lascia un commento