ECCO FINALMENTE L’ORDINANZA N° 3880


E’ datata 3 giugno 2010 la famosa O.P.C.M. che ancora non era stata diffusa. E’ l’ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri numero 3880, redatta su proposta del Capo del Dipartimento della protezione civile. Rispetto all’ordinanza n. 3868/2010, in aggiunta all’articolo 1, comma 3 della suddetta ordinanza, sono state aggiunte le seguenti clausole: per quanto concerne i commercianti, contributo di mille euro mensili soltanto ai titolari di attività ubicate in edifici o aree sgomberate a causa della frana, per non oltre 12 mesi, un contributo massimo di 200mila euro in caso di attrezzature e impianti danneggiati e un massimo di 60mila euro per materie prime, semilavorati e prodotti finiti dannaggiati o distrutti da eventi alluvionali e non più utilizzabili… (CONTINUA ALL’INTERNO)

Dunque, usufruiranno di un contributo economico soltanto coloro che hanno dovuto sgomberare gli edifici a causa della frana. Contributo per l’autonoma sistemazione anche ai nuclei familiari la cui abitazione sia stata sgomberata fino a un massimo di 600€ mensili.
Inoltre, il soggetto attuatore Mario De Biase dovrà provvedere agli adempimenti di natura amministrativa e contabile per il periodo dal 13 luglio 2006 al 20 aprile 2010, con dotazione economica di 800mila euro. Per quanto attiene ai finanziamenti dal 20 aprile in avanti non è esplicitato nulla. Ci si servirà dei fondi Fas di 19 milioni di euro, ma tale opzione non è specificata. Infine, per gli ambiti di rispettiva competenza gli oneri sono a carico della Rete ferroviaria italiana e dell’Anas.

Michele Pilla

2010-06-06 01:18:47

1

Commenti

comments

Lascia un commento