ECCO L’ARIANOFOLKFESTIVAL 2008


E’ stato presentato ieri alla stampa il programma della XIII edizione di “Ariano Folkfestival”. La manifestazione, tutta dedicata alla world music, propone sei intensissimi giorni di concerti, eventi e cultura ambientati nel suggestivo paesaggio del Tricolle. Dal 19 al 24, dunque, un ricchissimo cast internazionale, frutto della sapiente scelta del direttore artistico Francesco Fodarella, che ormai da anni sa cogliere gli spunti più interessanti dai festival europei ed internazionali e costruire una line-up di artisti in grado di catturare l’attenzione dei media nazionali ed internazionali.

Il centro storico di Ariano diventa, dunque, l’epicentro sonoro delle scorribande sonore degli spagnoli Muchachito Bombo Infierno, con il loro vorticoso spettacolo di fiati impazziti e cabaret scanditi da una martellante grancassa, dei newyorkesi Balkan Beat Box, rivelazione dell’anno, che propongono un inebriante cocktail di musica gitana, balcanica, araba e bulgara servito con stuzzichini a base di pop-rock ed elettronica, e dei nazionali e collaudatissimi Bandabardò, che non hanno bisogno di definizioni di sorta. «Dopo il grandissimo successo ottenuto l’anno scorso con i Gogol Bordello – commenta il direttore artistico Francesco Fodarella (nella foto) – ci siamo attivati per avere esclusive nazionali. Oltre a Muchacito Bombo Infierno, infatti saranno in Italia sono per venire da noi i Balkan Beat Box, che qualcuno considera i prossimi Gogol Bordello, e gli Ska Cubano. Molto interessanti anche i Sangennarobar, Il Mandolino Acrobatico, gli Ojos de Brujo, i Gypsy Sound System, il tedesco Senor Coconut & his orchestra, Stefano Miele feat Ilaria Graziano, la Amsterdam Klezmer Band, Shantel & Bucovina Orkestar, il Lord Sassafras e la cover band di Rino Geatano Iseiottavi. Non ha bisogno di presentazioni la Bandarbardò, una vera garanzia per chi vuol fare festa con l’Ariano Flok Festival». Come sempre, l’Ariano Folkfestival conduce il suo pubblico lungo traiettorie inconsuete per i grandi eventi e propone musica di indiscussa qualità. Appuntamento fisso per gli amanti della world music e delle grandi feste. Infatti l’evento non propone solo musica live, ma anche iniziative collaterali (vedi box). Ariano Folkfestival è ormai uno degli appuntamenti italiani più importanti e seguiti dagli appassionati di world music, che arrivano sul Tricolle da ogni parte d’Italia attratti da un evento che si pone come attrattore turistico a 360° e come momento di scoperta di una Irpinia nascosta e segreta anche agli irpini stessi. I concerti sono ad ingresso gratuito, con l’unica eccezione dello show della Bandabardò (24 agosto) cui sarà possibile accedere solo se in possesso della “t(icket)-shirt” del costo di 10 euro. La manifestazione è organizzata dalla Associazioni AFF e Red Sox. «Come ogni anno siamo entusiasti – spiega Michele Sasso, presidente di Red Sox – del programma e dei grandissimi riscontri che già in questi giorni stiamo avendo, anche grazie al boom di contatti sul web. (Per info, www.arianofolkfestival.it)

I concerti sul Folkstage sono a ingresso gratuito (tranne la sera del 24 – ingresso 10 euro con t(icket)-shirt) con inizio alle 21.30.

Di seguito il programma del Folkstage:

19 martedì
Muchachito Bombo Infierno (spagna)
Sangennarobar (italia)

20 mercoledì
Ska Cubano (cuba)
Ojos de Brujo Sound System (spagna)

21 giovedì
Balkan Beat Box (usa)
Gypsy Sound System (svizzera)

22 venerdì
Senor Coconut and his orchestra (germania)
Stefano Miele (italia) + Ilaria Graziano (italia)

23 sabato
Amsterdam Klezmer Band (olanda)
Dj Shantel & Bucovina Club Orkestar (germania)

24 domenica
Iseiottavi (italia)
Bandarbardò (italia)
Lord Sassafras (spagna)

2008-08-01 01:45:51

3

Commenti

comments

Lascia un commento