ECCO LE DATE DELL’ORSARA JAZZ FESTIVAL, DAL 2 AL 7 AGOSTO


Dal 2 al 7 agosto torna per il ventiduesimo anno consecutivo l’Orsara Musica Jazz Festival, il festival jazz più longevo della Puglia, manifestazione che dal 1990 propone concerti, seminari, attività divulgative, conferenze e interazioni fra differenti espressioni artistiche. Da alcuni anni si caratterizza come luogo di pratica musicale e riflessione sull’improvvisazione, caratteristica determinante del jazz, intesa anche come pratica di vita quotidiana.

 Il festival nel corso degli anni ha abituato il numeroso pubblico a cartelloni per intenditori caratterizzati dalla presenza di grandi personalità musicali e numerosi progetti speciali, produzioni originali e concerti in esclusiva.
 
Il Festival prenderà il via con i seminari internazionali di musica jazz che, anche quest’anno, saranno condotti da docenti di rilievo internazionale quali Jim Rotondi, Jerry Bergonzi, Mark Sherman, Antonio Ciacca, Rachel Gould, Joe Farnsworth, John Webber eLucio Ferrara. Nel 2011 i seminari hanno registrato uno straordinario successo con un incremento del numero di partecipanti pari al 100%. I seminari si chiuderanno con un concerto e con l’assegnazione dei Lucky Award.
 
Ma il festival ospita soprattutto quattro giorni di concerti (tra Orsara e Foggia) che ospitano grandi personalità musicali e numerosi progetti speciali, produzioni originali e concerti in esclusiva. In occasione delle celebrazioni dei 150 anni di unità d’Italia, questa edizione sarà dedicata ai musicisti italo – americani e all’apporto dei musicisti di origine italiana nello sviluppo della musica jazz.
 
Appuntamento clou, sabato 6 agosto (ore 22.00) in Largo San Michele, con la prima mondiale per la composizione originale diAntonio Ciacca in sette movimenti dal titolo “Orsara suite for seven musicians” con la partecipazione di Jerry Bergonzi (sax), Jim Rotondi (tromba), John Webber (contrabbasso), Joe Farnsworth (batteria), Mark Sherman (vibrafono), Lucio Ferrara (chitarra), Antonio Ciacca (piano). Sette anni di seminari, suite in sette movimenti per sette musicisti. Tempi pari e tempi dispari, con brani in 3/4, 5/4 e 7/4. Nella suite ci saranno tutti gli elementi del jazz, dal blues alla forma canzone, passando per Duke Ellington. Ogni musicista sarà protagonista di un brano e questo per sette volte. Il progetto proseguirà a ottobre a New York durante l’Italian Jazz Days 2011.
 
Il programma dei concerti parte Giovedì 4 agosto (ore 21.00) in Largo San Michele con il concerto del pianista cubano Hilario Duran, che da circa 15 anni vive e lavora in Canada. A seguire il trio capitanato dal pianista newyorkese Jason Lindner, composto daPanagiotis Andreou (contrabbasso) e Mark Guiliana (Batteria), che incontrerà sul palco il chitarrista Lionel Loueke, originario del Benin ma parigino d’adozione ha collaborato con numerosi musicisti e ottenuto una nomination al Grammy Awards.
 
Venerdì 5 agosto il festival si sposta da Orsara a Foggia con un doppio appuntamento presso il Ristorante in Fiera (concerto gratuito, consumazione facoltativa). Alle 21.30 sul palco Lucio Ferrara Trio propone i brani di It’s all right with me. Presentato in anteprima al Dizzy’s Coca Cola – Jazz At Lincoln Center, questo nuovo cd conferma la fortunata vena creativa del chitarrista Lucio Ferrara, itinerante tra l’America e l’Italia, continuamente in viaggio, sempre in ascolto e musicalmente mai fermo. Con lui sul palco Joseph Lepore(Contrabbasso) e Luca  Santaniello (Batteria). A seguire un quartetto inedito costituito per l’occasione che mette insieme Jim Rotondialla tromba, Mark Sherman al vibrafono, Joseph Lepore al contrabbasso e Luca Santaniello alla batteria.
 
Sabato 6 agosto (ore 11,00) nell’Abbazia dell’Annunziata di Orsara matinèe musicale con Mark Sherman. Alle 22.00, come detto, spazio  in scena “Orsara suite for seven musicians”.
 
Domenica 7 agosto l’ultima giornata prende il via alle 11.00 presso l’Abbazia dell’Annunziata con la performance del sassofonista Jerry Bergonzi. Alle 20.30, dopo il “Workshop final concert”, si terrà l’assegnazione dei Lucky Award, un concorso speciale istituito per ricordare Luciano De Mutiis, socio fondatore dell’associazione Orsara Musica, scomparso nel 2010. Il concorso è rivolto ad allievi arrangiatori dei seminari.
 
Dalle 22.00 ultimo concerto con Rachel Gould Quartet che propone “Italians Americans song book”. La cantante Rachel Gould, nata a Camden (New Jersey) nel 1953, si è formata musicalmente a Boston. Attiva sulla scena jazzistica statunitense dalla metà degli anni Settanta, si rifugia poi in Europa per motivi più sentimentali che musicali. Tra le sue collaborazioni si segnalano quelle con Philip Catherine, Enrico Pieranunzi, Horace Parlan, Woody Herman, Sal Nistico e Chet Baker. Sul palco sarà accompagnata da Alberto Pibiri(piano), John Webber (contrabbasso) e Joe Farnsworth (batteria)
 
Inoltre da giovedì 4 a sabato 6 agosto presso il Centro Culturale Comunale si terrà Jazz Windows – Sguardi sul Jazz. Nell’ambito dei seminari tre appuntamenti impedibili a cura di Pietro Mazzone, occasione rara per parlare, ascoltare, riflettere con passione sul mondo del jazz da una prospettiva originale: Come T’be, omaggio all’arte ‘cospirativa’ (e lunare) di Jeanne Lee, Jazz Me Bix, a ottant’anni esatti dalla morte di Bix Beiderbecke,  un racconto della sua vita; In caduta libera, ripensare oggi la parabola creativa di Jimmy Giuffre.
 
Sabato 6 agosto (ore 12,00) nell’Abbazia dell’Annunziata spazio alla presentazione del libro di (e con) Tito Manlio Altomare: “Feste patronali”: un viaggio nella Puglia delle Feste Patronali, bande e tradizioni.
 
Presso la Sala San Francesco, infine, dall’1 all’8 agosto sarà allestita la personale di pittura del maestro pugliese Remigio Guadagno dal titolo L’arte mediterranea ad Orsara di Puglia.

2011-07-13 18:41:57

0

Commenti

comments

Lascia un commento