Elezioni comunali 2016, per adesso solo voci ma con un filo comune: questa volta ci sarà più di una lista (tre?)


Elezioni 2016, anche Montaguto tornerà ad eleggere il nuovo sindaco. Il nostro è uno dei 31 comuni della provincia di Avellino interessati al voto (in Italia sono oltre 1300 i comuni chiamati alle urne). Dal 12 gennaio, infatti, dopo le dimissioni del sindaco Vincenzo Iovino, annunciate il 14 dicembre 2015 per motivi personali e di salute, si è insediato il commissario prefettizio Giovanni Damiani. Di fatto, per la prima volta, c’è stato l’arrivo di un commissario prefettizio a Montaguto per dimissioni di un sindaco.

Alle Comunali del 2014, si presentò una sola lista in campo, quella appunto guidata da Iovino, che superò agevolmente il quorum. Anche il 7 giugno 2009 i montagutesi si ritrovarono con una sola formazione politica – la lista “Uniti e solidali per il progresso” del sindaco uscente Giuseppe Andreano che, ricandidatosi, ottenne il quorum a metà pomeriggio.

Le liste verranno rese pubbliche un mese prima della data delle elezioni, vale a dire il 5 maggio – si vota domenica 5 giugno. Non ci sono ufficialità, soltanto voci che si rincorrono. Una certezza: io, Michele Pilla, non farò parte della bagarre, com’è invece affermato da alcuni giornali irpini. Poi c’è un filo comune: questa volta non ci sarà una sola lista ma molto probabilmente addirittura tre.

Qualche giornale ha più volte citato il nome di Angela Restieri con una lista “rosa”, composta in maggioranza da donne. Un progetto al quale, si dice, la Restieri già aveva posto le basi nel 2009, salvo poi ripensarci all’ultimo momento. Qualche giornale scrisse anche che il ripensamento fu dovuto alla volontà “di non confrontarsi con certi personaggi locali”. Sulle altre due formazioni c’è ancora riserbo, che sarà sciolto naturalmente da qui a pochi giorni. Nel frattempo è corsa alla composizione delle liste.

Commenti

comments

Lascia un commento