ELEZIONI, CORRE SOLTANTO ANDREANO


Come avevamo previsto. Corre soltanto Andreano. Nessuna lista rosa, nessuna lista giovani. "Uniti e solidali per il progresso", questa l’unica lista civica consegnata al comune questa mattina. Una coalizione composta da 12 componenti: Anzivino Orazio, Anzivino Rocco, Bruno Laura, Bruno Leonardo, Cifaldi Pietro Giuseppe, De Michele Fiorella, Frisoli Carmine, Iagulli Gerardo Michele, Lamanna Antonio, Mascolo Silvio, Roberto Angelo e Schiavone Teobaldo. Candidato sindaco, Giuseppe Andreano…

L’attuale primo cittadino, dunque, eletto nel 2004, ci riprova. Altri cinque anni per portare avanti il suo programma. Programma che potrete trovare all’interno dell’articolo. Ricordiamo che le elezioni si terranno i giorni 6 e 7 giugno 2009. Il candidato Giuseppe Andreano dovrà raggiungere il quorum del 50% più 1. In caso contrario, il Comune sarà commissariato.

ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL COMUNE DI MONTAGUTO (AV)

VOTAZIONI DEL 6 – 7 GIUGNO 2009

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO

Candidato alla carica di Sindaco:
ANDREANO Giuseppe, nato a Montaguto (AV) il 27.08.1948
nella Lista contraddistinta con il contrassegno:
“Panorama di Montaguto con la scritta UNITI E SOLIDALI PER IL PROGRESSO”

Il Comune è l’Ente con finalità generali, che cura gli interessi e promuove lo sviluppo della propria comunità, esercitando tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione e il territorio comunale, precipuamente nei settori organici dei servizi alla persona e alla comunità, dell’assetto ed utilizzazione del territorio e dello sviluppo economico (art. 3 e 13 del Decreto Legislativo 18.8.2000, n. 267).

Il tenimento del Comune di Montaguto, in Provincia di Avellino, è per tradizione e per vocazione in prevalenza ad uso agricolo e pastorale ed è costituito da un centro urbano fornito di Piano di Recupero (P. d. R.), di circoscritte aree di completamento, di un Piano di Zona (P. d. Z.) e di un Piano per gli Insediamenti Produttivi (P.I.P.). Non ha, invece, il Piano Regolatore Generale (P.R.G.), che è in effetti lo strumento basilare e fondamentale che determina le linee guida dello sviluppo e consente di valorizzare al meglio il territorio. E’ vigente il Piano di Fabbricazione.
Anche se l’attività prevalente della popolazione è stata sempre quella dell’agricoltura e dell’allevamento, diverse sono state le attività commerciali e artigianali che nel corso degli anni si sono succedute e/o alternate.
I problemi più evidenti e più marcati sono rappresentati dall’eccessiva polverizzazione della proprietà fondiaria, dall’inadeguatezza della rete di strade che è di impedimento alla meccanizzazione del lavoro dei campi, dal fenomeno dell’emigrazione dei giovani e dall’invecchiamento della popolazione.
Sono tutti fenomeni questi che, fatte le dovute eccezioni, hanno portato al mancato sviluppo di una mentalità imprenditoriale nel campo dell’agricoltura, che è basilare per poter competere in un mercato in cui interferiscono fattori sempre nuovi e diversi e nel quale bisogna fare i conti con la globalizzazione delle risorse e delle tecniche di intervento agricolo.
La lavorazione dei terreni è, in prevalenza, ancora in massima parte legata alla conduzione familiare, per cui la produzione, eccetto pochi casi, è limitata ad un  punto tale da soddisfare appena il fabbisogno familiare.
Per la verità, da un po’ di tempo a questa parte, non solo per una migliore diffusione della mentalità imprenditoriale, ma anche per i contributi economici che arrivano dall’Unione Europea, si assiste al fenomeno dell’accorpamento fondiario che costituisce il fondamento per la creazione di aziende agricole in grado di realizzare produzioni agricole diversificate e di camminare al passo con un mercato in continua evoluzione.
Da alcuni anni, inoltre, sono presenti sul territorio alcune attività di natura commerciale, artigianale, imprenditoriale (edilizia e industriale), alberghiere e di ristorazione.

ATTIVITA’ AMMINISTRATIVA
Per svolgere in modo fattivo e produttivo l’attività amministrativa è opportuno avere a disposizione un apparato pienamente funzionante, per cui è necessario potenziare, valorizzare e formare professionalmente il personale, adeguare alle nuove norme legislative lo Statuto Comunale ed i Regolamenti attuativi, rafforzare il sistema informatico ed il suo collegamento con gli altri Enti territoriali, razionalizzare la spesa per avere maggiori risorse ai fini della diminuzione delle imposte comunali.
La nuova Amministrazione Comunale si propone un continuo contatto con tutte le Associazioni che operano nell’ambito delle attività produttive ed economiche.
Particolare attenzione sarà indirizzata alla riqualificazione e alla valorizzazione della parte storica del paese, continuando così l’opera iniziata da qualche anno.
E’ ferma convinzione della nuova amministrazione che è doveroso sistemare la piazza antistante la chiesa parrocchiale e recuperare l’invaso spaziale che insiste sulla stessa piazza; ristrutturare dal punto di vista urbanistico Corso Antonio Pepe e Piazza Municipio; ampliare il cimitero, fare lavori di ampliamento al serbatoio comunale; sistemare Via Sottovilla e Via Roma.
Si faranno, inoltre, lavori per ridare vitalità e funzionalità a tutte le fontane rurali pubbliche ed in particolare a quelle delle Sorgenti e della Paolina, che, inserite in un percorso turistico adeguato, saranno valorizzate al massimo.
Si faranno opere di sistemazione al campo di bocce e al campo da tennis in località Madonnina
Tutte le opere citate sono presenti nella vigente programmazione triennale delle opere pubbliche e sono già progettate e cantierabili.
E’ ferma intenzione, altresì, di questa futura amministrazione restaurare e completare la sede del Comune, ristrutturare il fabbricato di proprietà comunale di Via Iagulli, che si intende adibire a centro dimora per gli anziani, sistemare Via Supportino e Via Sobborgo, adeguare secondo le norme antisismiche il plesso scolastico di Via Spinelli.
Ci sarà il ripristino di tutto il sistema della viabilità rurale che sarà adeguato alla circolazione delle autovetture e dei mezzi meccanici.
Si faranno lavori di ammodernamento e di adeguamento della rete fognaria ed idrica di  tutta quella parte del centro urbano che ne necessita; si eseguiranno i lavori per il completamento funzionale del secondo tratto della Strada comunale Taverna; si realizzerà e/o si faranno lavori di ampliamento degli impianti di pubblica illuminazione in Via Taverna, Via Palena, Via Fontana Vecchia, Via Fontana Paolina, Via Sorgenti.
Per favorire le attività sportive, il turismo, il tempo libero si faranno lavori per la riqualificazione del bosco comunale, che costituisce un patrimonio inestimabile per il Comune  e che, per questo, va valorizzato al meglio; si faranno opere di miglioramento del campo da tennis sito alla località Madonnina e si completerà la struttura sportiva nelle stessa località; sarà ristrutturato ed adeguato funzionalmente il campo di calcio comunale.
Per favorire lo sviluppo economico e produttivo, si continuerà la politica di coinvolgimento delle associazioni imprenditoriali ai fini della costituzione di società consortili o di imprese individuali per dare un impulso decisivo agli insediamenti produttivi nell’area del Piano per gli Insediamenti Produttivi.   
Per assicurare a tutti i cittadini condizioni ottimali di vivibilità, si rivolgerà una particolare attenzione all’assistenza sanitaria, al servizio comunale di segretariato sociale, al corretto funzionamento dello sportello unico del cittadino, in modo che l’utente sia aiutato a disimpegnarsi nei rapporti con gli Enti e/o gli Uffici pubblici, al servizio di assistenza domiciliare per gli anziani e per i portatori di handicap.
Per quest’ultimo settore si continuerà ad operare in sintonia e in sinergia con la Confraternita di Misericordia, che può vantare una consolidata esperienza sul campo di quasi venti anni e che con i fatti dimostra di svolgere una pronta, puntuale ed appropriata azione di solidarietà, basata su un grande impegno ed una lodevole dedizione.
Si lavorerà con le istituzioni e gli altri Enti territoriali con senso di responsabilità e con spirito di collaborazione e di cooperazione, istituendo una corsia privilegiata con le diverse forme incentivate per legge delle Associazioni intercomunali e con gli accordi di programma sia con l’Amministrazione Provinciale, sia con quella Regionale.
Per un sempre maggiore e migliore rapporto tra il Comune e la popolazione si costituirà una commissione propositiva della quale faranno parte semplici cittadini, rappresentanti che sono espressione della maggioranza del Consiglio comunale, componenti delle varie associazioni che operano nel campo lavorativo e sociale, della cultura e del tempo libero.
Per le risorse finanziarie necessarie ai fini dell’attuazione del programma amministrativo, si ricorrerà
a progetti di qualità e all’uniformità politica con le Amministrazioni della Comunità Montana dell’Ufita, della Provincia e della Regione.
In concreto, per l’ottenimento dei fondi atti a realizzare questo programma si farà ricorso a:
–    Leggi e Regolamenti dell’Unione Europea sui Fondi Strutturali;
–    Legge statale e regionale di salvaguardia della Montagna;
–    Leggi di settore sia statali che regionali;
–    Piani Integrati Territoriali (P.I.T.).
L’impegno del candidato sindaco e dell’intera lista sarà indirizzato ad un concreto e reale rinnovamento, ad una piena disponibilità ad ascoltare ed a tentare di risolvere i problemi di ciascun cittadino, a ricercare ed a realizzare le condizioni per un maggiore livello occupazionale, imperniando tutta l’azione amministrativa sulle capacità di ognuno, sul contributo di idee e di proposte di tutti coloro che credono nel miglioramento politico, umano, economico e culturale di Montaguto.

2009-05-09 14:43:51

4

Commenti

comments

Lascia un commento