ELEZIONI, ECCO IL PROGRAMMA AMMINISTRATIVO DI IOVINO


Montaguto.com vi propone il programma amministrativo integrale del candidato sindaco Vincenzo Germano Iovino, che concorre all’elezione del sindaco di Montaguto (domenica 25 maggio) con la lista “Lavoriamo insieme per Montaguto”. La lista, lo ricordiamo, è così composta (in ordine alfabetico):  Orazio Anzivino, Anna Bruno, Leonardo Bruno, Fedele D’Alessandro, Carmine Frisoli, Michela Palermiti, Michele Pilla, Giuseppe Roberto, Angela Katy Sciarappa e Rosa Vocale. Ricordiamo inoltre che sabato 10 maggio, alle ore 18, si terrà un incontro con la popolazione presso il salone multimediale di via Sorgenti.

ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE DEL COMUNE DI MONTAGUTO (AV)

PROGRAMMA AMMINISTRATIVO
Candidato alla carica di Sindaco: Vincenzo Germano Antonio Iovino, nato a Montaguto (AV) il 06/05/1948

Il Comune è l’Ente locale per sua natura più vicino ai cittadini, che persegue finalità generali locali, esercitando tutte le funzioni amministrative relative alla popolazione ed al territorio comunali, sia nei settori dei servizi alla persona e alla comunità, sia in quelli dell’assetto ed utilizzazione del territorio e dello sviluppo economico dello stesso.
Il territorio  del Comune di Montaguto, in provincia di Avellino, presenta una secolare tradizione economica agricola e pastorale; esso è costituito da un centro urbano dotato di Piano di Recupero (P.d.R.), di circoscritte aree di completamento, di un Piano di Zona (P.d.Z.), di un Piano per gli Insediamenti Produttivi.

Non è dotato, invece, del Piano Regolatore Generale (P.R.G.), strumento fondamentale che definisce le linee-guida dello sviluppo ai fini della valorizzazione ottimale del territorio.

È in vigore il Piano di Fabbricazione.

Nonostante la presenza prevalente delle predette attività economiche (agricoltura e allevamento), sono operanti sul territorio anche alcune altre attività economiche, di tipo commerciale e artigianale, sviluppatesi negli ultimi venti/trenta anni.

I problemi di maggior rilievo in campo agricolo e pastorale sono la polverizzazione fondiaria, l’inadeguatezza della rete stradale rurale, che ostacola in una certa misura la meccanizzazione del lavoro agricolo, il fenomeno dell’emigrazione dei giovani e delle famiglie e quello dell’invecchiamento della popolazione.

Le cause predette sono state tutte ostacoli allo sviluppo di una realtà imprenditoriale nel campo dell’agricoltura, ma non solo di questo; è evidente che senza cultura imprenditoriale è difficile competere in mercati complessi e globalizzati.

La lavorazione dei terreni è, in prevalenza, legata alla conduzione familiare, per cui la produzione è quasi sempre limitata al soddisfacimento del fabbisogno familiare.

Da alcuni anni l’emersione di una certa  capacità imprenditoriale e i contributi economici europei hanno favorito l’accorpamento fondiario e promosso la costituzione di aziende agricole diversificate ed operative in un mercato tanto complesso.

Sono, infine, operative da alcuni anni attività di natura commerciale ed imprenditoriale (edilizia ed industriale), alberghiere e di ristorazione.

L’attività amministrativa

L’attività amministrativa presuppone la presenza di una struttura amministrativa efficace e solida; per questa ragione bisogna potenziare, valorizzare e formare professionalmente il personale, adeguare lo Statuto comunale ed i Regolamenti attuativi alle nuove norme legislative, potenziare il sistema informatico ed il suo collegamento con gli altri Enti territoriali (strumento già in certa misura operativo), razionalizzare la spesa per disporre di maggiori risorse sia ai fini della diminuzione delle imposte comunali, sia ai fini della realizzazione di opere pubbliche.

La futura Amministrazione comunale si propone di attivare un rapporto costante con tutte le Associazioni operanti nei settori delle attività produttive ed economiche.

Sarà rivolta particolare attenzione alla riqualificazione e valorizzazione della parte storica dell’abitato, continuando in tal modo un’opera intrapresa da alcuni anni.

Sarà allo stesso modo indispensabile sistemare, nel rispetto del sito, la piazza antistante la Chiesa parrocchiale (Piazza Antica) e recuperare l’invaso spaziale che insiste sulla piazza stessa.

E’ altrettanto necessario ristrutturare, dal punto di vista urbanistico, Corso Antonio Pepe e Piazza Municipio, realizzare i lavori di ampliamento del serbatoio idrico comunale, pavimentare Via Sottovilla e Via Roma.
Sarà ancora impegno di questa futura Amministrazione restaurare e completare la sede del Comune, ristrutturare e completare il fabbricato di proprietà comunale di Via Iagulli, sistemare Via Supportico e Via Sobborgo e adeguare il plesso scolastico di Via Spinelli alle attuali norme antisismiche.

Si ritiene indispensabile valorizzare l’intero patrimonio comunale, attraverso l’aggiornamento dei i canoni di locazione o l’alienazione degli immobili, od ancora attraverso altre forme di utilizzazione degli stessi.
Sarà completata e migliorata la rete della viabilità rurale, adeguandola alla circolazione delle autovetture e dei mezzi meccanici agricoli. Saranno ammodernate e adeguate la rete fognaria e quella idrica in quelle strade del centro urbano che richiedono un tale intervento.

Sono in programma lavori di ampliamento e miglioramento della pubblica illuminazione di Via Taverna, Contrada Pannizza, Contrada Paolina e Montagna, Contrada Calabrese.

Per favorire il tempo libero e le attività sportive e turistiche saranno realizzati lavori di riqualificazione del bosco comunale, nel più grande rispetto dello stesso, cercando, nel contempo, di realizzare strutture sportive e turistiche all’esterno ed in relativa prossimità del bosco.

Si proseguirà una politica di coinvolgimento delle associazioni imprenditoriali in relazione ai problemi del territorio, favorendo la formazione di società consortili o di imprese individuali per promuovere gli insediamenti produttivi nell’area del Piano per gli Insediamenti Produttivi.

Per quanto non espressamente citato in questo programma amministrativo si fa riferimento al programma triennale delle Opere Pubbliche (anni 2014-2016) adottato dalla precedente Amministrazione comunale.

Per assicurare ai cittadini della nostra comunità le migliori condizioni di vivibilità particolare attenzione sarà dedicata all’assistenza sanitaria, al servizio comunale di segretariato sociale, all’efficace funzionamento dello sportello unico del cittadino, al fine di favorire quest’ultimo nel disbrigo delle pratiche con Enti e/o uffici pubblici, al servizio di assistenza domiciliare per gli anziani ed a quello di assistenza per i portatori di handicap.

Per gli ultimi due settori si continuerà ad operare in sintonia ed in sinergia con la Confraternita della Misericordia di Montaguto, associazione di volontariato di ispirazione cristiana, straordinaria risorsa sociale ed umana per la nostra comunità, giacché Essa presenta una consolidata esperienza nel campo da quasi venticinque anni, avendo dimostrato in questo periodo un’efficiente ed  appropriata azione di solidarietà, basata sull’impegno, la dedizione e la disponibilità totale.

La futura Amministrazione comunale si propone di intensificare e rendere più organici i rapporti con i vicini Comuni di Savignano Irpino e Greci, con i quali è operativo e sarà ulteriormente sviluppato il Consorzio dei Comuni dell’Alto Cervaro, ai fini di una condivisa ed intensa politica di valorizzazione e sviluppo dell’intero territorio dei Comuni predetti, sia per volontà politica sia nel rispetto della normativa vigente.

Si lavorerà, altresì, in armonia e fattivamente con gli altri Enti territoriali, quali l’Amministrazione Provinciale e la Regione Campania.

Al fine di realizzare vari aspetti del programma amministrativo si farà ricorso a progetti di qualità ed alla cooperazione organica con le Amministrazioni della Comunità Montana dell’”Ufita”, della Provincia di Avellino e della Regione Campania.

In concreto, per l’ottenimento dei fondi destinati alla realizzazione di questo programma, si farà ricorso a:

– Leggi e Regolamenti dell’Unione Europea sui fondi strutturali;
– Legge Statale e Regionale di salvaguardia della Montagna;
– Leggi di settore sia statali che regionali;
– Piani Integrati Territoriali (P.I.T.).

Una riflessione ed un riferimento specifici merita, in questo documento, il sito archeologico sannita, recentemente scoperto in occasione degli scavi realizzati per l’installazione del Parco eolico di Montaguto, alla Contrada Piloni e la cui campagna di scavo archeologico è stata finanziata dalla Società che ha realizzato i lavori della centrale eolica.
Per affermazione, più volte ribadita, dei due archeologi che hanno diretto gli scavi, tutta la zona presenta giacimenti archeologici significativi e coevi a quello portato alla luce, datato all’incirca intorno all’anno 300 a.C..

Per queste ragioni l’Amministrazione comunale futura si adopererà in tutti i modi perché riprenda una campagna di scavo, sollecitando finanziamenti sia di Enti pubblici che di privati, e si adopererà in ogni modo per tutelare i reperti ritrovati, sperando di poterne organizzare un piccolo museo permanente, e costruendo una struttura di protezione del sito in cui si sono svolti gli scavi.

Tale proposito di valorizzazione del sito sannita è dovuto al fatto che esso rappresenta la più importante e significativa ricchezza culturale del nostro territorio e che, in prospettiva, potrebbe diventare una fonte di guadagno interessante per la nostra comunità.

Come determinante impostazione la futura Amministrazione del nostro Comune si propone di organizzare un gruppo di studio e di lavoro delle politiche giovanili per il reperimento, la promozione e la realizzazione di attività economiche imprenditoriali, artigianali, commerciali, informatiche e culturali che possano permettere, grazie a nuove opportunità di lavoro, l’ inizio di una inversione di tendenza rispetto alla fuga delle forze giovanili da questi Comuni e da questi territori.

Inoltre si studierà in modo approfondito la legislazione settoriale e saranno stabiliti tutti quei contatti e quei rapporti che saranno giudicati opportuni ai fini della realizzazione, pubblica o convenzionata, di una struttura sanitaria rivolta all’assistenza degli anziani autonomi e non autosufficienti.

L’attenzione e l’impegno del candidato sindaco e di tutta la lista “Lavoriamo insieme per Montaguto” saranno rivolti a realizzare un rinnovamento concreto e fattivo, ad ascoltare con disponibilità ed a tentare di risolvere i problemi dei cittadini, ad individuare le opportunità ed a realizzare le condizioni per costruire un migliore e più valido livello di occupazione.

L’attività amministrativa si propone di valorizzare le capacità di ognuno, vuole essere attenta a prendere in considerazione le idee e le proposte di tutti coloro che desiderano collaborare al miglioramento politico, umano, economico e culturale di Montaguto e dei Comuni ad Esso associati.

Per scaricare il logo in HD, clicca sull'immagine col pulsante destro e seleziona SALVA CON NOME
Per scaricare il logo in HD, clicca sull’immagine col pulsante destro e seleziona SALVA CON NOME

Commenti

comments

Lascia un commento