Elicottero precipita in Abruzzo, anche un foggiano tra le vittime. È Mario Matrella, di origini pannesi


Abruzzo funestato dalle tragedie. Tutte morte le sei persone a bordo dell’elicottero Aw 139 del 118 precipitato intorno a mezzogiorno di oggi nella zona del Gran Sasso dopo aver eseguito l’operazione di recupero di un ferito su una pista da sci a Campo Felice. A bordo 5 membri dell’equipaggio e la persona a cui era stato prestato soccorso. Presente anche il 42enne foggiano Mario Matrella, originario di Panni, della Inaer Aviation spa, con un passato da tecnico dell’Alidaunia, azienda diretta da Roberto Pupillo. Matrella lascia moglie e quattro figli.

Il velivolo è stato trovato in fondo a un canalone di 500 metri. L’intervento dei soccorritori in alta quota è durato diverse ore per via delle difficili condizioni metereologiche, con vento e raffiche di neve. Le salme sono state tutte recuperate, utilizzando due gatti delle nevi, e caricate sulle ambulanze. Forse la fitta nebbia o un guasto improvviso tra le cause dell’incidente. Il velivolo non era tra quelli interessati dalle operazioni di soccorso all’hotel Rigopiano.

A confermare la notizia sulla presenza del foggiano anche la sorella Margherita che su Facebook scrive: “Vi prego di non inondarmi di telefonate, i telefoni mi servono liberi, non posso rispondervi. Si, a bordo di quell’elicottero caduto oggi c’era Mario mio fratello, per ora di certo sappiamo solo questo”. Poi la terribile conferma.

mario matrella-2

Commenti

comments

Lascia un commento