ENDOMETRIOSI PELVICA, LA CLINICA MALZONI ALL’AVANGUARDIA


a cura di Lucia Cafazzo

L’endometriosi è una malattia in costante aumento. Ad oggi, sono tre milioni le giovani donne che soffrono di questa patologia, le cui cause sono ancora sconosciute. L’endometriosi, per molti versi, è una malattia misteriosa che colpisce le donne in età riproduttiva (3-10%).Il nome deriva dalla parola “endometrio”, cioè il tessuto che riveste la superficie interna dell’utero e che cresce e, successivamente, si sfalda ogni mese durante il ciclo mestruale.

Si tratta di una patologia invalidante che provoca forti dolori mestruali e durante i rapporti sessuali. Altre complicanze possono essere la formazione di aderenze, il sanguinamento, l’ostruzione intestinale o disturbi urinari. I sintomi spesso tendono ad intensificarsi nel tempo, sebbene in alcuni casi si hanno cicli di remissione e ricorrenza.
Le pazienti affette da tale patologia, possono manifestare sintomi così rilevanti ed invalidanti da incidere pesantemente sulla loro salute fisica e psichica. L’infertilità colpisce il 30-40% circa delle donne con endometriosi ed è un esito comune con il progredire della malattia. 
Lo specialista spesso può rilevare le lesioni endometriosiche durante la visita ginecologica e di solito la sintomatologia è indicativa per endometriosi. La diagnosi definitiva si ottiene soltanto in corso di laparoscopia e con il successivo esame istologico delle lesioni.
A tutt’oggi non esiste una terapia definitiva. Spesso risulta indispensabile la terapia chirurgica allo scopo di eradicare la malattia e alleviare la sintomatologia. La tecnica comunemente utilizzata è la laparoscopia che consente maggiore precisione chirurgica.
Occorrono competenze specifiche da parte del chirurgo che deve essere un chirurgo pelvico, competenze non soltanto in campo ginecologico. Sono necessarie competenze anche nel campo della ginecologia generale e urologica.
Per questi motivi, presso le strutture del Gruppo Malzoni, è stato creato un centro di riferimento dell’endometriosi, denominato centro nazionale endometriosi.
Venerdì 5 ottobre si terrà un corso-convegno finalizzato a divulgare le corrette metodiche diagnostiche pre-operatorie e il corretto approccio chirurgico.
Una giornata interamente dedicata alla patologia, con interventi chirurgici in diretta eseguiti dalle sale operatorie della Clinica Malzoni in collegamento conla Diagnostica Medica ed ecografie operatorie live. 
Nella sala conferenze della Diagnostica Medica di Torrette di Mercogliano (Av), il corso è stato presentato ufficialmente dal dottore Mario Malzoni, intervistato dalla collega Roberta Giordano. Era presente anche il dottore Raffaele Ianuale, amministratore delegato del Gruppo Malzoni che ha sottolineato l’importanza dell’iniziativa per il Gruppo, visto che ricerca e didattica «vogliono essere i nostri punti di forza». 
«Nella giornata di venerdì – spiega il dottore Malzoni – il nostro obiettivo è quello di fornire le giuste coordinate per un corretto approccio alla malattia. E’ fondamentale il ruolo della diagnostica ecografica 2D e 3D per il corretto management della paziente».
Venerdì, dunque, si terrà ad Avellino, presso la sala congressi della Diagnostica Medica di via Nazionale Torrette, un Corso di livello nazionale organizzato dal Centro di Endoscopia Ginecologica Avanzata del Gruppo Malzoni.  
Il corso sarà diretto dal Dott. Mario Malzoni, mentre il coordinamento è stato affidato ai migliori esperti del settore, come la dottoressa Caterina Exacoustos.
Visto il prestigio dell’evento, il Ministero della Salute ha voluto accreditare ai partecipanti 11.5 crediti formativi, un punteggio molto elevato per un corso di una singola giornata.
Prevista la teoria ma anche la pratica, con casi ecografici e chirurgici a confronto con diretta dalle sale operatorie ed ecografia live pre-intervento. 

2012-10-01 20:40:23

1

Commenti

comments

Lascia un commento