‘FESTIVAL INTERNAZIONALE DI CHITARRA’, STASERA L’ULTIMO ATTO


MANFREDONIA – Domani sera si terrà l’ultima serata della X edizione del "Festival internazione di chitarra – Città di Manfredonia". La direzione artistica è del rinomato "Duo Caputo-Pompilio", sotto l’attento sguardo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Manfredonia che ha sposato presto questa nuova occasione per far conoscere Manfredonia ben al di fuori dei suoi confini geografici. Un duo che nasce nel 1994 e che ha tenuto concerti in importanti istituzioni musicali in Europa e nel mondo.

Recentemente alcuni concerti sono stati registrati e trasmessi da Rai-Radio 3, Radio Vaticana, Radio Ucraina e France Musiques. Regolarmente i loro cd vengono trasmessi da Radio Vaticana. A marzo 2007 sono stati protagonisti della prima nazionale e terza mondiale dell’esecuzione del doppio concerto per due chitarre e orchestra di Leo Brower: The book of signs. Giuseppe Caputo e Luciano Pompilio collaborano anche in ambito didattico e nella promozione culturale e sono promotori e direttori artistici del Festival Internazionale di Chitarra di Manfredonia e della Rassegna Concertistica ”In concerto” di San Giovanni Rotondo.
L’ultimo appuntamento, dicevamo, è fissato per domani, 7 settembre, alle 20.30 a Palazzo Celestini: protagoniste, le sorelle coreane del “Song Duo”: la mandolinista Song Si-Ye e la chitarrista Song Na-Ye. La prima delle due è una mandolinista espressiva e chitarrista con abilità ricche di colore, avviata alla musica sin dall’età di 5 anni sotto la guida di suo padre, chitarrista e compositore, che è il suo grande mentore. Inizio quasi analogo quello di Song Na-Ye che si avvicina alla musica all’età di nove anni quando entra a far parte del “Song Trio” con sua sorella e suo padre stesso. Song Si-Ye si trasferì in Germania da giovane studiando con il famoso chitarrista Michael Troester e divenne alunna del prof. Gertrud Weyhofen, laureandosi con grandi risultati. In seguito ha ricevuto il diploma di chitarra e mandolino alla Hochschule di Francoforte ed ha conseguito il diploma di masterclass nella Musikhochschule di Wuerzburg. E’ l’unica mandolinista coreana che ha finito gli studi diplomandosi ed insegna a Sun-Hwa Arts High School e Sam-Yuk University. Song Na-Ye si è laureata in patria presso la Seul National University e si è poi spostata in Germania per studiare con il prof. Michael Troester e con il prof. Juergen Ruck, diplomandosi in Masterclass. Si è perfezionata con famosi chitarristi di fama mondiale, come Alvaro Pierri, ed ora insegna nella Scuola Media e Liceo di Sun-Hwa. Il “Song Duo” tiene concerti, riscuotendo consensi unanimi, in Corea, in Germania ed in Italia. Il suono del duo saprà affascinare profondamente tutti con lo splendore del mandolino e il calore della chitarra.
Al termine i "padroni di casa" del “Duo Caputo-Pompilio” si produrranno in un omaggio al grande Nino Rota, compositore di colonne sonore tra le quali quelle dei film “Il Padrino”, “Amarcord” di Federico Fellini.
Il 3 settembre, a Palazzo Celestini, si è tenuto il concerto con il “Duo Scarlatti” formato da Nicola Pigniatiello e Daniele Sardone, entrambi diplomati con lode e menzione presso il Conservatorio di Foggia sotto la guida di Domenico Ascione, oltre che laureati presso il Conservatorium Maastricht con Carlo Marchione, sempre con lode, ed attualmente docenti di chitarra presso il Conservatorio S. Cecilia di Roma. L’attività del “Duo Scarlatti” si svolge sia in Italia che all’estero tanto è vero che i due musicisti hanno registrato per il più importante canale dedicato alla musica classica in Olanda, BravaNL, esibendosi dal vivo anche su altre emittenti televisive. Recentemente il duo è apparso sulla rivista internazionale “Classical guitar” che ne ha recensito entusiasticamente i concerti tenuti in Danimarca.
Il 4 settembre, sempre alle 20.30 e sempre a Palazzo Celestini, è stata la volta dell’ “Amadeus Guitar Duo”, composto dalla canadese Dale Cavanagh e dal tedesco Thomas Kirchhoff. Un duo affiatato che vede i due artisti suonare insieme dal 1991 e sono molti i compositori che hanno dedicato opere al Duo Amadeus, da Stephen Dodgson a Gerald Garcia, da Harald Genzmer a Jaime Zenamon, passando per Roland Dyens e Stephen Funk-Person, Christian Jost e Carlo Domeniconi. L’attività del duo è costante e di livello quantitativo, oltre che qualitativo, elevato. Sono ben più di 950 i concerti svolti sino ad ora in ben 40 Paesi diversi, dall’Europa all’Asia ed al Nord e Sud America, con l’incisione di 16 CD in circa vent’anni di carriera. Dale e Thomas hanno creato uno dei più grandi e prestigiosi festival di chitarra europei, il Simposio Internazionale di Chitarra Iserlohn.
Joseph Manzano, cinquantenne spagnolo, è stato il protagonista della serata del 5 settembre, dalle 20.30 a Palazzo Celestini. Insegnante di chitarra presso la Scuola di Musica e l’Accademia Musicale “Compte” di Girona, fondatore e direttore artistico del Festival di chitarra di Girona-Costa Brava, inizia lo studio della chitarra addirittura da autodidatta e solo successivamente studia con Lluis Neras, in Girona, e Manuel Gonzalez, a Barcellona, conseguendo il titolo superiore nel Conservatorio di Musica di Barcellona. Joseph esegue numerosi concerti e registrazioni per la radio e per la televisione, sia come solista che come membro di un gruppo da camera o con grandi ensemble strumentali. Le sue performance lo portano ben fuori dello stato spagnolo per partecipare a festival chitarristici in Messico, Germania, Bulgaria, Serbia, Ungheria, Perù e Argentina e tenere concerti e masterclass o come membro di giuria. Dal 1998 è membro del gruppo “Dinosaurios”, con il quale ha prodotto un CD nel 2005, e dal 2000 ha suonato regolarmente con il chitarrista flamenco Xavier Ballesteros incidendo un CD pubblicato nel 2004. Recentemente ha formato una nuova formazione con il chitarrista Carlos Garcia-Benitez con cui ha effettuato una serie di concerti in duo di chitarra nell’ultimo anno.

2012-09-06 12:39:38

2

Commenti

comments

Lascia un commento