FOGGIA, CON L’ATLETICO ROMA UNA VITTORIA DA PLAYOFF

FOGGIA – L´icona del Foggia vittorioso in rimonta sull´Atletico Roma è il portiere Simone Santarelli. Malconcio ma felice, è in vena di autocritica: a fine primo tempo, aveva messo in salita la gara con uno sciagurato dribbling su Franchini, innescando il vantaggio ospite. «Sono qui per assumermi le mie responsabilità e per ringraziare compagni e tifosi, che hanno continuato a incitarmi — sorride l´estremo rossonero.

IL VIDEO E’ TRATTO DA FOGGIACALCIOMANIA.COM

La squadra ha disputato una ripresa stratosferica, alleggerendo il mio errore: non avevo sbagliato il dribbling, ma ero stato lento nel rinvio, consentendo all´avversario di rubarmi il pallone». Uscito per una distorsione alla caviglia destra, Santarelli attende il responso dei medici: «Si è girata ed è molto gonfia. Speriamo bene…».

Carattere – Zdenek Zeman è soddisfatto e di buonumore: «Santarelli? I portieri non dovrebbero mai dribblare, lasciamolo fare a Insigne. A volte ne fa troppi? Lui esagera, ma è il suo gioco, così ci ha risolto tante gare e portato parecchi punti. Ora poi torna pure indietro per darci una mano». Quanto alla gara il boemo va controcorrente sulle sofferenze iniziali dei suoi: «Invece a me la squadra era piaciuta pure nel primo tempo, c´era voglia di vincere, anche se magari si sbagliava l´ultimo passaggio per poca lucidità. Poi, nella ripresa, ci credevamo: abbiamo approfittato della superiorità numerica e di una migliore condizione fisica».

Volata – Oltre a dare consistenza alla serie positiva negli ultimi 5 turni (ben 13 punti, frutto di 4 vittorie e un pareggio), il Foggia è decisamente tornato nella scia playoff: -1 dal Taranto quinto in classifica, -2 dall´Atletico Roma e -4 dalla Juve Stabia. «C´è tempo e possibilità per tutte le squadre, il campionato è lungo e da giocare — dice Zeman —. Gli scontri diretti in programma incideranno, la classifica cambierà ancora, ma conterà solo alla fine».

Corsa – Domenica felice anche per Kolawole Agodirin, che ha propiziato il pari di Sau e sfruttato la chance offertagli da Zeman a inizio ripresa, al posto di uno spento Farias. «Lui è più forte di me — dice l´attaccante nigeriano —, ma io ho più corsa e punto su quello. Ho da imparare da tanti compagni, sono contento per i tanti gol di Sau e Insigne (17 e 16, ndr): qui ci vogliamo tutti bene e siamo una famiglia. Il gol sfiorato? Ho due piedi sinistri, faccio solo assist…».

A riposo – Ora tre giorni di riposo: il Foggia riposerà domenica prossima e recupererà il 3 aprile la trasferta di Siracusa. Salamon, infortunato, potrebbe non rispondere alla convocazione dell´Under 21 polacca.

(Fonte: Gazzetta dello Sport)

2011-03-21 10:27:51

Commenti

comments

Lascia un Commento