Fortunato Cerlino, il don Pietro Savastano di Gomorra, venerdì alle ore 20 sarà alla Ubik di Foggia con il suo primo romanzo

Drammaturgo, attore di teatro affermato, famoso al grande pubblico televisivo grazie all’interpretazione del personaggio di Don Pietro Savastano nella serie tv Sky Gomorra. E, da pochi giorni, anche autore di un romanzo ispiratissimo, largamente autobiografico e già salutato dalla critica come una delle rivelazioni di questa stagione narrativa: venerdì 18 maggio, alle ore 20, Fortunato Cerlino presenta nello spazio live della libreria Ubik di Foggia il suo libro dal titolo Se vuoi vivere felice (Einaudi, 2018), la storia di un bambino di Pianura, periferia di Napoli, letteralmente salvato dalla fantasia. L’incontro è organizzato insieme con la Piccola Compagnia Impertinente, dove nei giorni a seguire l’attore realizzerà un workshop di recitazione: a leggere alcuni brani tratti dal romanzo sarà proprio il direttore artistico della compagnia foggiana, Pierluigi Bevilacqua. Modera l’incontro, Michele Trecca.

Se vuoi vivere felice (Einaudi, 2018; pagine 272). «Sei sicuro che in casa tua, nel cassetto di un mobile dimenticato, non nascondi una bomba inesplosa?». Nella testa di un ragazzino cresciuto in mezzo alla strada, fra inseguimenti sul Califfone e sparatorie in pieno giorno, ogni cosa può diventare magica. Anche i dieci scudetti del Napoli vinti in solitaria palleggiando nel cortile. Anche la lotta fra san Giorgio e il drago sul muro della chiesa. Siamo a Pianura, periferia di Napoli, negli anni Ottanta. Chi ci abita lo chiama il Far West. Fortunato ha dieci anni, una fame incontenibile – di cibo, di storie e d’amore – e un’immaginazione sfrenata. In famiglia lo chiamano ‘o strologo, quello che sa le cose. Da grande vorrebbe fare il cantante neomelodico. Ma anche l’attore. Pure l’astronauta non sarebbe male. Oppure può raccogliere da terra la Smith & Wesson 357 Magnum di Patrizio, ‘o figlio dô Bulldog, e mettersi a sparare come tanti altri. Vive in due stanze con i genitori, i tre fratelli e la nonna, arrivata all’improvviso dopo che un sasso enorme è precipitato sul tetto di casa sua – così dicono i grandi – minacciando di sfondarle il soffitto. Quello che pochi sanno è che Fortunato ha un sogno più grande di lui, qualcosa che lo tiene sveglio la notte. Andare lontano, schizzare via. Perché la vita corre, e va acchiappata. Fortunato Cerlino ha scritto un romanzo unico, vivissimo, scintillante di intelligenza creativa. Ogni istante vissuto attraverso gli occhi di questo bambino un po’ magico è pura meraviglia. Se vuoi vivere felice è la storia di un bambino salvato dalla fantasia. È l’altra faccia di Gomorra: la vita in luce, quella che spunta inaspettata e nuova come un germoglio in mezzo all’asfalto.

Fortunato Cerlino. Nato a Napoli nel 1971. Si diploma in chimica e comincia gli studi universitari presso la facoltà di Lettere e filosofia della Federico II, ma ben presto il suo lavoro di attore lo porta a viaggiare in Italia e in Europa. Nelle sue esperienze professionali incontra e lavora con alcuni dei maestri del teatro e del cinema, tra questi Luca Ronconi, Eimuntas Nekrošius, Luca De Filippo, Giorgio Barberio Corsetti, Paolo Virzí, Stefano Sollima, Pupi Avati, Lina Wertmüller, Matteo Garrone e Guillermo Navarro. È autore di diversi testi per il teatro di cui spesso ha curato anche la regia. È pedagogo presso alcune scuole di teatro nazionali. È noto al grande pubblico per aver interpretato il personaggio di don Pietro Savastano nella serie televisiva di Sky Gomorra. Per Einaudi ha pubblicato Se vuoi vivere felice (2018).

 

Commenti

comments

Lascia un Commento