FOTO E VIDEO | 3 aprile 2010: sei anni fa la presentazione ufficiale de ‘Il segreto di Montaldo’ a Montaguto


Puoi provare a lasciare il paese, ma è il paese che non ti lascerà mai. Si è aperta così la presentazione del romanzo di Michele Pilla, “Il segreto di Montaldo”, tenutasi al Parco delle Rimembranze di Montaguto sabato 3 aprile 2010. Sono trascorsi ormai già sei anni da quella meravigliosa giornata. Alla presenza, autorevole, del commissario per l’emergenza frane, dottor Mario De Biase, e di fronte a un centinaio di concittadini e autorità locali, il giovane scrittore di origini montagutesi ha illustrato la trama thriller della sua prima opera.

La viva voce del collega Antonio Perna, che ha moderato l’incontro, ha declamato questa storia dai contorni marcatamente lugubri, ambientata nel piccolo paesino irpino che risponde al nome di Montaldo, in realtà Montaguto. Un piccolo paese immerso nel verde, un incubo ricorrente, una filastrocca in latino, un antico libro che la contiene, un luogo da non dissacrare, una tomba di famiglia, un inquietante quadro, due ragazzi scomparsi nel nulla: questi gli ingredienti di una storia dark.

Dove sono Paolo e Giovanni? Il segreto di Montaldo è tornato a galla. Tutti in paese sanno, ma nessuno può parlare. La trama thriller dell’opera – una storia di pura fantasia – cela in realtà una tematica sociale di fondo molto forte: lo spopolamento dei piccoli paesi. Attraverso l’inquietante vicenda capitata a Matteo Parisi, il personaggio principale, s’intende in realtà affrontare una problematica quanto mai attuale. Nella storia, i personaggi principali percorrono tutti i luoghi del posto, di cui viene fornita una descrizione dettagliata. Un modo, dunque, per dare risalto al paese e al suo inevitabile declino, triste sorte che purtroppo accomuna tutti i piccoli comuni italiani.

Gradita e fondamentale è stata la visita del commissario Mario De Biase: per la prima volta, una conferenza pubblica di un’autorità impegnata nella risoluzione della complessa problematica legata alla famigerata frana di Montaguto.

“La gente può esserne certa, ho preso a cuore questo problema, trascurando situazioni anche più gravi. Da quando sono commissario, mi sono reso conto che è una situazione che non può essere rimandata. Il bel tempo favorirà sicuramente gli interventi all’interno della massa franosa. Ho già preso in mano la situazione, ma voglio un rapporto continuo con Montaguto. Auspico la creazione di una delegazione che faccia da collante tra la gente e il commissariato. Non solo: sarò in stretto contatto coi media, per informare quotidianamente i cittadini. E mi preme ringraziare i ragazzi di Montaguto.com, tra cui Michele Pilla, che mi hanno fatto conoscere il fenomeno da vicino”.

De Biase, poi, rilascia un commento sulla pubblicazione: “Questo romanzo, ‘Il segreto di Montaldo’, è una chiara dimostrazione del forte legame dell’autore con la propria terra. E questa è una cosa straordinaria. Sono venuto molto volentieri, nonostante fosse sabato santo. Ho scoperto in questo angolo dell’Irpinia una popolazione umile ma decisa, volitiva, che merita fiducia e rispetto. Sono curioso di leggere questo libro e mi auguro che sia un successo: l’idea è davvero lodevole”. A margine, la dedica dell’autore sulla copia del libro per De Biase: “Al ‘Commissario’, l’esimio dottore Mario De Biase, che ha ricevuto una patata davvero bollente! Spero che questo romanzo possa servire a lenire un po’ le fatiche di questo immenso lavoro! Grazie mille di tutto!”

Non solo: Michele Pilla ha anche annunciato l’uscita, a breve, di un racconto sulla frana. Il mostro di terra, questo il titolo provvisorio. E il Commissario De Biase si è detto assolutamente disposto a collaborare alla stesura di questo componimento.

Molto apprezzato anche il saluto del vicesindaco di Montaguto, Giuseppe Cifaldi: “Porto il ringraziamento del sindaco, Giuseppe Andreano, assente per motivi di famiglia. Sono orgoglioso di questo nostro compaesano, che scrivendo questo romanzo dimostra grande amore verso la propria terra. In pochi anni, sono stati scritti tre libri su Montaguto. Questo non può che riempirci di gioia”.

» ECCO LE FOTO SCATTATE DA MASSIMO DI PASQUALE, ROSARIA CARCHIA E MARIANNA DE MITA

Commenti

comments

Lascia un commento