FOTO E VIDEO | Ieri a Montaguto il corso di primo soccorso e BLSD: il nostro paese si conferma struttura cardioprotetta

Domenica 11 marzo, presso la sala consiliare del Comune di Montaguto, si è tenuta la conferenza di formazione: “Corso di primo soccorso e corso di BLSD (Basic Life Support and Defibrillation)”. Dopo i saluti introduttivi del sindaco Marcello Zecchino si sono tenuti gli interventi della dottoressa Marianna Raffa, Direttore dell’U.O.C. Anestesia e Rianimazione della Asl di Avellino, del dottor Matteo De Luca, docente BLSD, e di Giovanni Ragazzo, istruttore. A moderare l’incontro, la dottoressa Anna Ragazzo, istruttrice.

Il corso era rivolto alla popolazione montagutese. A dimostrazione di una forte sensibilità alla tematica della salute, si è registrata una grande partecipazione da parte della cittadinanza al corso di esecutore di BLSD che si è svolto nella giornata di oggi presso la Sala Consiliare del Comune di Montaguto. Il corso è stato organizzato dall’Amministrazione comunale guidata dal Sindaco Marcello Zecchino, in collaborazione con l’Anpas Pubblica Assistenza di Scampitella. Il nostro paese, lo ricordiamo, è una struttura cardioprotetta e si conferma all’avanguardia per quanto attiene alla prevenzione.

Lo scorso agosto, infatti, la ditta Merisol ed Elettromeccanica Cervaro avevano donato al nostro comune due defibrillatori e il brevetto, ad alcuni cittadini, di operatori BLS-D (Basic Life Support and Defibrillation), rianimazione cardiopolmonare di base e defibrillazione precoce per adulto, bambino e lattante. LEGGI QUI)

«Un evento eccezionale – ha spiegato ai nostri microfoni il sindaco di Montaguto, Marcello Zecchino -, di grande esempio di come la collaborazione tra pubblico e privato possa andare avanti. A nome mio personale e dell’amministrazione ringrazio di cuore Fedele D’Alessandro, titolare dell’azienda Merisol-Elettromeccanica Cervaro per questo prezioso dono che ha fatto alla nostra comunità. 10, 100, 1000 altri esempi come questo di collaborazione tra pubblico e privato».

Ma cosa vuol dire “struttura cardioprotetta”? Di fatto, vuol dire che a Montaguto ci sono operatori BLS-D certificati, riconosciuti a livello nazionale, con due postazioni DAE con dispositivo pronte a essere utilizzate da queste persone. Una persone in ACC – arresto cardio circolatorio, entro quattro minuti va in anossia (insufficiente ossigenazione dei tessuti, per scarso apporto o per deficienza di utilizzazione dell’ossigeno, ndr). Queste persone possono rianimare e salvare una vita.

 

 

Commenti

comments

Lascia un Commento