FOTO | Ss90, iniziati i primi lavori sul fronte pugliese: rifacimento dell’asfalto nel tratto Bovino-Troia-Orsara

Strada Statale 90, si comincia a muovere qualcosa, e forse si tratta dei primi effetti dell’incontro tenutosi a Roma il 29 marzo ultimo scorso. Incontro tra il ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, i presidenti delle province di Avellino e Foggia, Domenico Gambacorta e Francesco Miglio, e l’onorevole Luigi Famiglietti.

Come si evince dalla foto scattata dall’amico Antonio Frisoli questa mattina nei pressi di Giardinetto, sono iniziati i lavori di rifacimento dell’asfalto sul tratto pugliese. L’Anas ha reso noto che, per lavori di ripristino della pavimentazione stradale, si rendono necessarie limitazioni alla circolazione veicolare lungo le strade statali 90 “delle Puglie” e 673 “Tangenziale est di Foggia”. Nel dettaglio tra le ore 8.00 di oggi, giovedì 21 aprile, e le ore 18.00 di domenica 15 maggio, sarà in vigore il senso unico alternato – regolato da impianto semaforico – in tratti saltuari compresi tra il km 59,220 ed il km 80,349 della strada statale 90 “delle Puglie”, nei territori comunali di Bovino, Troia ed Orsara di Puglia, in provincia di Foggia. Il senso unico alternato – a partire dal 2 maggio e sempre fino al 15 maggio 2016 – sara’ in vigore poi anche lungo tratti saltuari compresi tra il km 0,000 ed il km 3,400 della 673 “Tangenziale est di Foggia”, per tratti di una lunghezza massima di 1500 metri. Anas raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it.

Questi i dettagli degli interventi previsti dall’Anas nell’ambito del Contratto di Programma del 2015 di manutenzione straordinaria. È già stato finanziato un intervento nel tratto irpino di circa un milione e 100 mila euro per il ripristino dei piani viabili saltuari. La gara di appalto è in corso e si prevede di avviare i lavori entro un mese. Più consistenti e sicuramente più importanti gli investimenti di manutenzione straordinaria previsti per il triennio 2016-2018: l’Anas ha progettato opere per 22 milioni di euro. Ma per il momento solo otto milioni, in attesa del via libera del Ministero dell’Economia e delle Finanze, saranno utilizzati per le prime manutenzioni straordinarie.

Questi gli interventi ritenuti prioritari.
– 1 milione 300 mila euro: ripristino di barriere di sicurezza;
– 1 milione 800 mila: adeguamento e ripristino della funzionalità di barriere paramassi (km. 49,00) dove da due anni è in funzione un semaforo che disciplina il transito a senso unico alternato. Per il momento è il Comune di Greci a monitorare l’area e assicurare la vigilanza con proprio personale;
– 5 milioni: lavori di manutenzione straordinaria per il rifacimento delle pavimentazioni stradali;
– 4 milioni 400 mila euro: risanamenti strutturali del Ponte Calore (km. 0,200), del ponte di scavalco all’autostrada A16 (km. 12,400), del ponte Gonnella tra Ariano e Savignano (km. 26,500), del ponte San Carlo (km. 11,500) e del ponte sul torrente Acquamara (km. 48,180)
– 800 mila euro: risanamento corpo stradale in frana (km. 30,200)
– 1 milione 600 mila euro: interventi di risanamento del corpo stradale nei tratti interessati da movimenti franosi nei comuni di Montaguto e Savignano Irpino;
– 5 milione 200 mila euro: interventi di risanamento del corpo stradale in frana dopo Montaguto (km. 47,00);
– 1 milione 800 mila euro: adeguamento degli impianti tecnologici della galleria Maddalena, in territorio di Ariano Irpino (22,600).

Ci sarebbe anche da disciplinare il transito evitando il passaggio dei pedoni. Adesso si guarda con particolare urgenza ai tempi di intervento. Secondo il sindaco di Ariano Irpino, Domenico Gambacorta, per le difficoltà di transito sul tratto irpino della SS90 si prevede un primo step entro la prossima estate, per ridurre le difficoltà soprattutto al traffico di mezzi pesanti come camion – inizia la stagione dei pomodori – e di autobus diretti a Foggia per Università e centri di cura.

Commenti

comments

Lascia un Commento