FRANA, 7 LUGLIO 2010 | SS90, asfaltatura quasi completa! Ma la pioggia crea tanti intoppi: ecco le foto


La fine di un incubo! Finalmente, stamattina abbiamo visto la nuovissima SS90 delle Puglie, nel tratto compreso tra il km. 42+800 e 43+400. Sono stati quasi completati i lavori di asfaltatura da parte della ditta TreErre, mentre è stata di fatto ultimata l’installazione dei guardrail. Nel giro di una settimana sono stati compiuti passi da gigante, tanto che all’inizio pareva impensabile tutto questo. E invece, abbiamo constatato coi nostri occhi che il miracolo è stato quasi compiuto. Anche se la pioggia ha causato diversi disagi e intoppi.

» GUARDA LE FOTO DI QUESTO POMERIGGIO   » GUARDA LE FOTO DI QUESTA MATTINA

L’acqua, che è caduta copiosamente per oltre due ore, ha intralciato le operazioni, allagando la massicciata che però è stata prontamente asciugata. Il cielo ci si è messo di impegno, ma gli uomini della ditta Tre Erre ci hanno dato dentro. Adesso bisognerà capire come risponderà il fondo stradale, ma sembra essere questo un buon collaudo. Sarà una strada con tutti i crismi, come l’avevano chiesta i vertici del Dipartimento di Protezione Civile. Per quanto concerne i lavori, oggi si completerà il fondo stradale e domani sarà la volta delle strisce, ultimo compito della ditta, mentre alla segnaletica provvederà l’Anas.

E proprio l’Anas darà l’okay per la riapertura, che a quanto sembra nei primissimi giorni sarà a senso unico alternato per consentire un buon rodaggio. Dunque, sempre più sicuro che si va verso l’apertura sabato 10 luglio, ed è probabile un cerimoniale alla presenza del Capo della Protezione Civile Guido Bertolaso. Del quale sembra esser sempre più certa la presenza per venerdì sera, per controllare gli ultimi dettagli prima dell’apertura definitiva. E mentre si lavora sulla strada, i lavori di canalizzazione sembrano dare i frutti sperati: i ruscelli sul versante Montaguto e sul versante Greci-Savignano cacciano acqua abbondante, segno che la pioggia non influirà sul movimento della frana. L’acqua piovana canalizzata, infatti, scivola a valle senza penetrare nel corpo di terra.

Intanto, domani pomeriggio alle 15.30, presso la sede provvisoria della Protezione Civile a Savignano Scalo, si terrà un vertice con tutti i soggetti attuatori. Siamo davvero alle battute conclusive.
Nel frattempo, a Montaguto è stato risolto anche il problema dell’assenza d’acqua. I tecnici dell’Alto Calore hanno sistemato la tubatura danneggiata (come si evince dalle foto).

Michele Pilla

asfaltatura_2
Il ruscello sul versante di Montaguto che espelle acqua piovana

La tubatura danneggiata riparata prontamente

La tubatura danneggiata riparata prontamente

Commenti

comments

Lascia un commento