FRANA, ALLARME PER LA FERROVIA


5 aprile 2007 – Si stringono i tempi per affrontare il problema relativo alla frana. Questa mattina l’ingegnere Luca Fontana, responsabile del settore competente presso la Protezione civile di Napoli e direttore dei lavori, ha individuato il sito nel quale dovrà essere depositato il terreno sottratto al fronte della frana. I lavori per liberare la bretella inizieranno domani mattina.

L’Autorità di bacino aveva indicato alcune ipotesi e, tra tutte, Fontana ha deciso per quella più pratica, utilizzando la superficie che si trova a confine con lo smottamento. Ha escluso tutte le ipotesi, compresa quella di località Ischia, che avrebbero implicato l’uso della strada statale 90 delle Puglie, ritenendo che lo spostamento degli automezzi carichi di terra rappresenterebbe una condizione di potenziale pericolo per la circolazione. La decisione è stata assunta al termine del sopralluogo di questa mattina, avvenuto alla presenza del sindaco di Montaguto, Giuseppe Andreano, e dei proprietari dei fondi interessati. Il responsabile della Protezione civile ha chiesto a questi ultimi di fornire la massima collaborazione per evitare che l’occupazione dei fondi avvenga con la procedura straordinaria. Intanto l’attenzione si sposta più direttamente sul fronte della frana, perché il crollo, registrato due giorni fa, ha causato una piccola cascata con le acque che stanno defluendo verso la ferrovia, esponendola a rischio. Da circa 48 ore le ruspe stanno lavorando per regimentarne il corso, mentre il personale delle ferrovie tiene costantemente la situazione sotto controllo ed è pronto a sospendere il passaggio dei convogli in caso di necessità. I terenni si estendono per dieci ettari e dovranno raccogliere circa centomila metri cubi di terreno.

Fonte: Irpinianews.it

2007-04-11 18:02:34

0

Commenti

comments

Lascia un commento