FRANA, FIRMATE CONVENZIONI CON UNIVERSITA’ DI FIRENZE, IL CNR E L’UNISANNIO

Frana, ecco le prime convenzioni. Toccherà al Dipartimento di Scienze della Terra di Firenze a gestire il sistema radar a terra, già installato nel periodo di maggiore crisi, a Montaguto. E saranno sempre i ricercatori fiorentini ad occuparsi della progettazione e della direzione dei lavori per quel che riguarda gli interventi di mitigazione del rischio.  Sarà invece l’Istituto di Ricerca per la Protezione Idrogeologica del CNR, avvalendosi anche della collaborazione del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università del Sannio, a garantire il monitoraggio integrato della frana attraverso l’osservazione e l’analisi spazio-temporale della superficie topografica… (CONTINUA ALL’INTERNO)

Ci si avvarrà inoltre del monitoraggio delle condizioni pluviometriche e idrologiche locali e della definizione dei modelli per stabilire le condizioni di stabilità, innesco ed evoluzione del movimento franoso. Allo stesso tempo il Dipartimento fiorentino curerà la progettazione e la direzione lavori degli interventi di mitigazione del rischio, attraverso la riduzione della presenza d’acqua all’interno della frana, e gli interventi strutturali sul corpo di frana e per la protezione delle infrastrutture, secondo criteri di continuita’ e integrazione con le opere già realizzate o in corso di realizzazione e di compatibilità ambientale e naturalistica.
Intanto, sul posto è presente un presidio di militari dell’Undicesimo Reggimento di Foggia: ogni giorno alcuni mezzi provvedono a mantenere costante il livello della frana.

2010-08-07 10:27:38

1

Commenti

comments

Lascia un Commento