FRANA, I RINGRAZIAMENTI DI TINA PER LA RIAPERTURA DELLA SS90


– A un anno dalla riapertura della SS90, riceviamo e pubblichiamo uno splendido commento dell’amica Tina Norcia, di Greci scalo. Sono i suoi ringraziamenti. Ecco cosa ci ha scritto. "Il 10 luglio 2010 è una data da ricordare per chi, come me, ha sofferto e si è battuto per la riapertura della SS90! Me lo ricordo ancora quel giorno, l’emozione che ho provato e non nascondo che m’è venuto da piangere, quando davanti al mio bar ho visto transitare le prime macchine.

Era la fine di un incudo durato cinque anni, cinque anni in cui noi commercianti della Valle del Cervaro, al confine tra Campania e Puglia, non sapevamo cosa fare, cinque anni in cui sinceramente non vedevamo una via d’uscita, cinque anni che usavamo la statale come un campo di calcio su cui giocare tanto era deserta. A causa della frana di Montaguto, che ha tenuto chiusa la Strada Statale per tanto tempo, sono stati cinque anni di solitudine, di incassi mancati, clienti assenti e poco denaro, cinque anni durante i quali, affacciandomi e vedendo i cartelli dell’Anas indicare la strada chiusa, mi veniva l’angoscia.
Poi, però, il 10 luglio 2010 la strada ha ripreso vita e, con essa, tutta la valle e gli abitanti. Gli automobilisti che si fermano per chiedere preoccupati e increduli se la strada era veramente aperta, il popolo della domenica che va al mare e si ferma allo scalo per fare i rifornimenti, gli autotrasportatori che con i loro mezzi giganti solcano le nostre strade… Siamo ritornati a vivere! Finalmente! Perché parliamoci chiaro: lo scalo di Savignano-Greci è piccolo, ma è composto da tante piccole attività che, con onore, hanno affrontato questa situazione e ora vedere tutta questa gente che gravita intorno a noi mi apre il cuore. Perché noi siamo vivi, noi ci siamo e meritiamo di essere tutelati e rivalutati. Il 10 luglio è proprio una data da ricordare!
Tina Norcia

2011-07-14 17:42:20

0

Commenti

comments

Lascia un commento